Scarponi

La scelta dello scarpone da sci è un’azione di fondamentale per la buona riuscita delle vostre giornate sulla neve.

Lo scarpone è il tramite tra il vostro corpo e lo sci; attraverso la calzatura passano gli impulsi e vengono distribuite le forze che verrano poi trasmessi alle lamine e che determineranno l’efficacia della vostra sciata. Essenziale è trovare il massimo rapporto tra performance e comfort, perché bisogna sciare sì bene, ma bisogna anche stare comodi: le giornate sulla neve sono lunghe e uno scarpone che non va bene inesorabilmente le rovinerà.

Se è troppo largo o comodo, non si avranno dolori ma non si riuscirà a dominare a sufficienza gli sci con il risultato di poca soddisfazione e - nei casi peggiori - addirittura di pericolo, perché se il piede non è ben ancorato diminuisce la possibilità di gestione degli sci e aumenta quella di incappare in infortuni.

Allo stesso modo se gli scarponi saranno troppo stretti, troppo duri, o non adatti ai nostri piedi, indossarli sarà un supplizio e la vostra giornata sarà un calvario. Il primo consiglio è quello di dotarsi, anche se si è alle prime armi dei propri scarponi. Nella scelta - seppur molto migliorata negli anni - degli scarponi nei noleggi è possibile che non si riesca a trovarne uno adatto a noi e soprattutto - molto spesso - gli scarponi da noleggio, essendo stati utilizzati molte volte, hanno le scarpette esauste, ovvero che non avvolgono più il piede al meglio e non ancorano a dovere il tallone.

In questo caso avrete uno scarpone noleggiato sì del vostro numero, che magari non fa male, ma in cui il piede balla e la vostra sciata è compromessa. Questo discorso è tanto più valido quanto più si chiede in termini di prestazioni alle scarpe da sci.

I due aspetti fondamentali a cui bisogna guardare quando si acquista uno scarpone sono la durezza delle plastiche, che deve essere proporzionata al nostro desiderio di precisione della guida dello sci (più il flex è duro più questo sarà preciso e performante), e un buon alloggiamento del piede che non deve far male ma deve essere ben alloggiato, con il tallone ancorato. Gli scarponi vanno sempre provati, non acquistateli online se non conoscete già il modello, e non vergognatevi di stare ore in un negozio facendo “dannare” il commesso. Dovete provare più modelli ed essere sicuri che quello che avete acquistato è lo scarpone che fa per voi e per i vostri piedi.

SCARPONI RACE - Sono il top di gamma degli scarponi commerciali, riprendono il design e le tecnologie di base degli scarponi utilizzatI nelle gare ma con flex attorno a 130 e pianta 100. Il comfort non è sempre il massimo ma la trasmissione degli impulsi è solida e precisa: il piede e il tallone sono ben ancorati, il supporto è massimo, così come il ritorno elastico del gambetto.  Aiutano una guida dinamica e adatta agli sci più impegnativi.

ALLMOUNTAIN TOP - Sono modelli di alta gamma, molto performanti con flex attorno ai 120 - 130 e larghezza pianta solitamente di 100 millimetri. Sono un po’ più confortevoli rispetto agli scarponi race, a partire da quando si infila e di sfila il piede, fino a quando questo è alloggiato. Permettono una guida sicura e precisa dello sci pur offrendo un comfort che permette di indossarli senza problemi per un’intera giornata.

SCARPONI ALLMOUNTAIN - CHi guarda questi scarponi cerca innanzitutto il comfort che è massimizzato con scarpette molto imbottite e plastiche più morbide (flex inferiore a 120) e larghezza della pianta che tende a salire sopra i 100 millimetri. Sono adatti a chi sta muovendo i primi passi sugli sci o a chi ha una sciata turistica e predilige il comfort.

SCARPONI FREERIDE - Sono scarponi di alto livello (paragonabili agli allmountain top) con caratteristiche come suole antiscivolo e sistema walk che li rendono adatti a chi pratico lo sci fuori pista.

SCARPONI SCI ALPINISMO - In questo caso gli scarponi sono essenziali anche nella fase di salita, quindi la suola deve essere adatta anche a salire con le pelli e a camminale, il gambetto deve essere sganciabile e la leggerezza è una caratteristica fondamentale perché permette di risparmiare energie durante la fase di salita.

LE CARATTERISTICHE

FLEX - Indica la durezza delle plastiche dello scarpone e quindi la flessibilità della stessa. Gli scarponi commerciali hanno valore di flex genericamente fino a 130, valore che identifica scarpe di alto livello, race da negozio. Un flex superiore indica scarponi da gara, molto rigidi, un flex inferiore a 100 indica genericamente scarponi da principianti.

LAST - Indica la larghezza della pianta. Attorno ai 100 millimetri per scarpe di ottimo livello, il Last scende sotto i 100 per scarpe da gara mentre è superiore (102, 104…) in scrape turistiche molto comode.

SCARPETTA - E’ la parte che avvolge il piede e che è inserita all’interno dello scafo. I modelli da gara tipicamente hanno scarpette allacciabili per avere un’aderenza migliore del piede e dello stinco. I modelli commerciali solitamente hanno scarpette più morbide e imbottite per migliorare il comfort e non hanno lacci dato che la scarpetta rimane comunque in posizione quando calzata nello scafo.

WALK SYSTEM - Indica un sistema che permetto di sbloccare il gambetto quando si vuole camminare (freeride sci alpinismo). Il gambetto si deve poi bloccare durante la fase di discesa.

GRIP SOLE - Alcuni scarponi, per freeride e sci alpinismo, sono equipaggiati con suole sagomate in gomma che permettono di avere un buon grip quando si cammina.

PIN - Sono due punti scavati sulla punta dello scarpone che permettono il bloccaggio del puntale degli attacchi da sci alpinismo; questi sono dotati di perni che si fissano proprio sui pin.

Lista materiali

Seleziona una stagione:

Nessun prodotto da visualizzare