10 cose da fare a Villach

Villach è una bella cittadina della Carinzia, famosa soprattutto per le sue terme. E’ un’ottima meta per un soggiorno invernale, che può cominciare proprio alla vigilia del periodo natalizio, quando le strade del centro cittadino si animano con i mercatini di Natale e vivono l’emozione delle tradizionale sfilate dei Krampus.  Naturalmente si può fare base nella città, apprezzandone le comodità e le attrazioni, per poi muoversi e dedicarsi allo sci nei comprensori vicini.  Ecco 10 suggerimenti su come “impegnare” un buon soggiorno a Villach.



1. Le terme

Bisogna cominciare da qui, perché la cittadina carinziana ha un centro termale di prim’ordine ed è rinomata er le acque calde e benefiche che sgorgano dal sottosuolo. Entrare al Kartnen Terme vuol dire aprire la porta su un mondo di divertimento, relax e fitness: tutto questo offre il centro termale, aperto a tutti, con piscine per tutti i gusti, una Spa suggestiva e di gusto, con ogni tipo di trattamenti, un’area dedicata alla preparazione fisica. Imperdibile.

Villach
2. Suggestione nel bosco

Per gli amanti del “brivido” – nel senso del freddo – da non perdere l’esperienza del bagno termale in mezzo al bosco. Intorno al centro termale, infatti, si snodano diverse passeggiate che si inoltrano nella foresta carinziana e qui la sorpresa: pozze di acqua calda, ben conosciute fin dall’antichità, dove immergersi con l’emozione unica di trovarsi in mezzo alla natura. All’uscita… coprirsi in fretta.

3. Lo sci, naturalmente

Per noi appassionati delle discese, le terme vanno bene ma… prima scarponi e giacca a vento. Per sciare c’è l’imbarazzo della scelta almeno tra due comprensori diversi, a poca distanza da Villach: Alpe Gerlitzen, e Dreiländereck, che complessivamente offrono circa 70 kilometri di piste battute. Bastano pochi minuti di auto e si raggiungono gli impianti e le piste. E per chi vuole “fare da sé”, salire con le pelli, o le ciaspole, o affondando nella neve per godersi una montagna un po’ speciale, c’è il Monte Dobrasch, la “montagna sostenibile”.

4. Alpe Gerlitzen: neve per tutti

L’Alpe Gerlitzen è un moderno comprensorio formato da 44 chilometri di piste perfettamente battute, adatte sia per i principianti che per i professionisti, servite da una comoda e moderna seggiovia a sei posti. Si sviluppa dai 1000 ai 1911 metri e le piste sono 25, di diversi livelli di difficoltà. Tra le più note troviamo la “Wörthersee”, la “Wörthersee-Familienabfahrt” e il magnifico percorso “Stella Ronda”, itinerario panoramico ad anello per scoprire, sfruttando gli impianti di risalita, ogni angolo di questa montagna. Attenzione: per i mattinieri si può salire in quota già dal mattino presto: la prima corsa della cabinovia “Gerlitzen Kanzelbahn”, infatti, parte alle 8,15. Sulle piste, ben 14 rifugi, per relax e per gustare le specialità del posto.

5. Dreiländereck: i tre confini

Dreiländereck è “il monte dei tre confini”, perché si trova  nella catena montuosa delle Caravanche, all’incrocio di Austria, Slovenia e Italia. Si tratta un vero e proprio paradiso da esplorare con gli sci ai piedi: offre 17 chilometri di discese, una seggiovia a tre posti e sette skilift, ed è una meta perfetta per principianti, sciatori “tranquilli”, famiglie con bambini. Per i bimbi c’è un Kinderpark e la scuola sci è attrezzata con tapis roulant, skilift baby e apposite piste per i più piccini. Da non dimenticare lo sci di fondo: per i “nordici” ci sono più di 10 chilometri di piste.

6. Monte Dobrasch

E’ conosciuto anche come Alpe di Villach e oltre 15 anni fa è stato dichiarato Parco Naturale. L’unico turismo contemplato in questa zona è quello ecosostenibile che garantisce una simbiosi totale con la natura. E’ la meta ideale per gli sci alpinisti, ma anche per chi pratica lo sci di fondo e poi per chi ama “semplicemente” passeggiare nella neve. Itinerari facili e adatti a tutti, oltre ad altri più impegnativi, partono dal parcheggio Rosstratte, situato alla fine della strada panoramica “Villacher Alpenstrasse”, conducono in vetta al rifugio Gipfelhaus, modernissimo e autonomo dal punto di vista energetico. Qui ci si ferma a gustare paesaggi e prelibatezze, così come ai rifugi Rosstrattenstüberl e Aichingerhütte. ,, ad esempio, offrono delizie regionali tra cui gli squisiti tortelloni carinziani “Kärntner Nudeln”. In prossimità del parcheggio Rosstratte, infine, piste battute per le slitte e un parco giochi per grandi e piccini.

7. In “volo” con gli sci

Non è per tutti, probabilmente, ma ci sono quanti amano “volare” con gli sci ai piedi: ecco allora i trampolini di salto alla Villacher Alpen Arena, centro dedicato allo sci nordico ai piedi del monte Dobratsch. Insieme Alla pista di fondo lunga cinque chilometri (tre omologati dalla FIS come pista da gara), con illuminazione e innevamento artificiale, qui si trovano trampolini da 90, 60, 30 e 15 metri. Si tratta di una struttura ricca di servizi, usufruibile tutto l’anno e perfettamente attrezzata che richiama centinaia di appassionati. Tra l’altro, proprio qui si allenano, fra gli altri, anche i campioni locali di salto con gli sci.

8. Shopping? Sì grazie

Torniamo con i piedi per terra. E magari dedichiamoci allo shopping. Insieme ai negozi caratteristici che popolano il centro di Villach (e agli immancabili mercatini, in particolare nel tempo di Natale), la meta per chi vuole fare acquisti e certamente il centro commerciale Atrio, il più grande della Carinzia. All’interno della struttura, che ha ampi archeggi, sono ospitati oltre 90 negozi, 14 bar, cafè e ristoranti. E naturalmente un ipermercato Interspar, il più grande della regione. Avete con voi i bambini? Lasciateli al “Lollipop-Kindererlebniswelt”, il parco giochi di 600 metri quadri appositamente attrezzato e custodito all’interno del centro commerciale. Si divertiranno.

9. E di sera… sui pattini in centro città

C’è solo l’imbarazzo della scelta per come passare una piacevole serata a Villach. Nel centro cittadino ci sono locali accoglienti, bar e ristoranti tipici pronti a soddisfare i palati più esigenti. Bretzen, Knodel e ogni altra specialità… ma anche cucina internazionale. E per chi non è stanco dopo una giornata magari sugli sci – bambini in prima fila, naturalmente – ecco la pista di pattinaggio all’aperto, proprio a fianco del municipio. C’è da divertirsi. Ma non si pattina solo qui: lo si può fare sul lago Aichwaldsee (in tutta sicurezza, naturalmente) o negli impianti coperti di Steindorf sul lago di Ossiach o in quello di Villach (Stadthalle)

10. Di tutto un po’ (con una sola card)

L’inverno a Villach è particolarmente vivace. Ci sono manifestazioni di ogni genere, sia sul versante sportivo (nel 2019, ad esempio, la Coppa Internazionale di Hockey su Ghiaccio sul Lago di Ossiach) sia su quello culturale E c’è una card che offre mille opportunità: la Nuova Winter Kärnten Card, valida dal 30.11.2018 al 04.04.2019 con un costo a partire da 39 euro (adulti) e da 21 euro (bambini) a settimana. A Villach sono anche disponibili visite guidate della città, escursioni guidate, risalita e discesa con gli impianti senza sci sul Dreiländereck e Gerlitzen, entrata al giardino Zitrusgarten, a Terra Mystica e tanto altro.

Articoli promozionali

Pluripremiato comprensorio sciistico 3 Cime/3 Zinnen Dolomiti

Un comprensorio pluripremiato nel cuore delle Dolomiti UNESCO patrimonio dell‘... CONTINUA
Inverno in montagna, primavera in valle col "Gallo Rosso"

La primavera ha il fascino dei contrasti in Alto Adige. Mentre c'è ancora neve ... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA