Peter Fill campione italiano in gigante

21 Marzo 2007

Al termine di una splendida stagione, il ventiquattrenne Peter Fill conquista sulla pista Deborah Compagnoni il titolo italiano nel Gigante maschile piazzandosi al primo posto con 2'11"34 (era terzo nella prima manche), davanti al piemontese Alessandro Roberto e all´altoatesino Michael Gufler. Assenti Massimiliano Blardone e Manfred Moelg, entrambi infortunati, Alberto Schieppati ha gareggiato solo nella prima manche per non aggravare i problemi ai tendini delle mani.

Il carabiniere di Bressanone, reduce da un più che pregevole sesto posto nella classifica generale di Coppa del Mondo, si era già imposto negli Assoluti di Santa Caterina dell´anno scorso vincendo il titolo italiano in Super G. A Bormio lo scorso 29 dicembre era arrivato secondo in discesa, dietro un campione del calibro di Michael Walchhofer (ex campione del mondo di specialità).

A fine gara, Fill ha dichiarato: «È una vittoria che arriva alla fine di un anno in cui mi sono impegnato molto, e che premia in particolare la preparazione atletica. Ce l´ho sempre messa tutta, anche se non sempre è andata come speravo: qui forse la pista un po´ più semplice mi ha facilitato. Ma i buoni risultati non devono farmi tirare i remi in barca. So che devo migliorare ancora molto, se l´anno prossimo voglio salire sul podio in Coppa del Mondo.»

TECNICA: «Non ci crederete ma la disciplina che preferisco maggiormente è lo slalom, anche se rimane la specialità che frequento di meno. Ho in progetto di cimentarmi fra i pali stretti nei prossimi anni, per diventare forte devo essere competitivo in tutte e quattro le specialità. La neve che prediligo è quella dura. Cosa mi manca? Devo imparare a dosare meglio le energie in gara, non si vince alla prima curva ma lavorando costantemente curva dopo curva. Devo diventare più sicuro dei miei mezzi».

HOBBY E CURIOSITA': «Sono un appassionato di calcio, in passato ho giocato nell'S.C. Sciliar in prima categoria, adesso ho ripiegato sul calcetto, con i miei amici siamo sempre in giro a fare tornei».

STORIA AGONISTICA: «Ho iniziato a tre anni senza che nessuno in famiglia fosse particolarmente appassionato. Sì, c'era mia sorella Sara che era molto brava, poi purtroppo si è fatta male alla schiena e ha dovuto smettere. Il primo Sci Club è stato l'S.C.- Castelrotto, poi sono passato al gruppo sportivo Sciliar per entrare nei Carabinieri nel 2000. Nel 2001 e 2002 sono arrivati i primi titoli mondiali a livello juniores, due stagioni fa le prime soddisfazioni in Coppa del mondo».

 

Ordine d'arrivo del Gigante maschile:

 

1. Peter Fill  (Carabinieri)  2'11"34   2. Alessandro Roberto  (CS Esercito)  2'11"48   3. Michael Gufler  (Carabinieri)  2'11"82   4. Cristof Innerhofer  (Fiamme Gialle)  2'12"22   5. Aronne Pieruz  (CS Forestale)  2'12"28   6. Michel Davare  (Fiamme Oro)  2'12"32   6. Patrick Thaler  (Carabinieri)  2'12"32   8. Alex Happacher  (Carabinieri)  2'12"89   9. Cristopher Povinelli  (Carabinieri)  2'12"94   10. Lucas Senoner  (Carabinieri)  2'12"9

di Andrea Greco
21 Marzo 2007

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.