Parliamo di sicurezza in pista: le regole da rispettare

03 Gennaio 2019

© Fotografia - Cnsas-FVG - soccorso piste


Ha scosso il mondo dello sci la morte della piccola Camilla, una bambina di soli 9 anni, che non ce l’ha fatta dopo essere caduta sulla pista Imbuto di Sauze d’Oulx.

La piccola indossava regolarmente il casco ma ugualmente fatali sono stati i traumi (in particolare quello toracico con successivo arresto cardiaco) riportati in seguito all’urto contro in barriera frangivento. Stringendoci attorno alla famiglia della piccola Camilla in questo momento di cordoglio, non possiamo che ricordare le regole base della sicurezza in pista che vanno sempre rispettate, soprattutto in questi giorni in cui le piste sono particolarmente affollate e il rischio di incidenti cresce fisiologicamente.

Innanzitutto l’utilizzo del casco, sempre, anche se si è sciatori esperti e anche se al di sopra dei 14 anni non c’è alcun obbligo. La raccomandazione scontata è poi quella di non avventurarsi in tracciati al di sopra delle proprie capacità tecniche. Scontato fino a un certo punto visto che, soprattutto in questi periodi di pienone, vediamo troppi sciatori improvvisati lanciarsi in discese improvvisate senza sufficiente padronanza tecnica. Lo sci è uno sport che, senza controllo degli attrezzi, consente di raggiungere velocità elevate, con il conseguente rischio di traumi anche gravi.

La sicurezza non va intesa solo verso se stessi: quando sciate siete in un ambiente condiviso con altri sciatori: il maggior numero di incidenti nasce proprio dallo scontro tra sciatori.

L’Amsi, Associazione Maestri di Sci Italiani, ha stabilito le 12 regole per la sicurezza in pista: fatele imparare ai vostri bambini e ripassatele voi stessi.

1. Rispetto per gli altri. Ogni sciatore deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo la persona altrui o provocare danno.

2. Padronanza della velocità. Ogni sciatore deve tenere una velocità e un comportamento adeguati alla propria capacità, nonché alle condizioni generali e del tempo.

3. Scelta della direzione. Lo sciatore a monte il quale, per la posizione dominante, ha la possibilità di scelta del percorso, deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con lo sciatore a valle.

4. Traiettorie. Bisogna prestare attenzione alle traiettorie degli sciatori in considerazione del tipo di sci utilizzato, telemark, carving o snowboard.

5. Sorpasso. Il sorpasso può essere effettuato tanto a monte che a valle, sulla destra o sulla sinistra, ma sempre a una distanza tale da consentire le evoluzioni dello sciatore sorpassato.

6. Spazio minimo per il sorpasso a bordo pista. È buona norma che lo sciatore non curvi sul bordo della pista, ma lasci sempre uno spazio sufficiente per agevolare il suo sorpasso.

7. Attraversamento e incrocio. Lo sciatore che si immette su una pista o attraversa un terreno di esercitazione, deve assicurarsi, mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per sé e per gli altri. Lo stesso comportamento deve essere tenuto dopo ogni sosta.

8. Sosta. Lo sciatore deve evitare di fermarsi, se non in caso di assoluta necessità, sulle piste e specie nei passaggi obbligati o senza visibilità. In caso di caduta lo sciatore deve sgombrare la pista il più presto possibile.

9. Salita e discesa a piedi. Lo sciatore che risale la pista deve procedere soltanto ai bordi di essa ed è tenuto a evitare ciò in caso di cattiva visibilità. Lo stesso comportamento deve tenere lo sciatore che discende a piedi la pista.

10. Rispetto della segnaletica. Tutti gli sciatori devono rispettare la segnaletica delle piste.

11. In caso d’incidente. Chiunque deve prestarsi per il soccorso in caso di incidente.

12. Identificazione. Chiunque sia coinvolto in un incidente o ne sia testimone è tenuto a dare le proprie generalità.

di Redazione DoveSciare.it
03 Gennaio 2019

Articoli promozionali

Alpe Cimbra paradiso dell'outdoor

L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Lusérn in Trentino si trasformano da mag... CONTINUA
Un pezzo di paradiso allo Sport Hotel Panorama

Alle porte delle Dolomiti di Brenta, sull’altopiano della Paganella, un luogo ... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.