BARDONECCHIA - Seggiovia Bosco e skilift Vallon Cros: le novità per la stagione 20/21

20 Ottobre 2020


Grandi novità per la stagione sciistica 2020/2021 a Bardonecchia con due impianti che permetteranno di tornare a sciare in zona Bosco e Vallon Cros.

Si tratta di un riposizionamento della seggiovia biposto e dello skilift sostituite lo scorso anno dalla nuova seggiovia a 4 posti Chesal - Sellette che acquistano così nuova vita ampliando e completando la ski area Melezet. Si aggiungono così nuovi chilometri di piste in quota, fino a 2500 metri, che saranno serviti da un rinnovato sistema di innevamento programmato. 

Lavori ai nuovi impianti

"Daremo il via alla nuova stagione, con tutte le cautele e le attenzioni richieste da questo particolare momento - ha spiegato Nicola Bosticco A.D. della Colomion - Da anni sosteniamo l’economia locale ed il turismo con un programma di continui investimenti, mirati a soddisfare le richieste della nostra clientela. Quest’anno abbiamo realizzato altri due impianti: il Bosco e il VallonCros, il quali permetteranno di incrementare il numero di piste a disposizione degli sciatori e i km di area sciabile in quota, in un contesto paesaggistico davvero unico. Inoltre, durante tutte le fasi dei lavori, sono state coinvolte imprese locali ed è importante sottolineare che per la nostra società si tratta di un impegno sensibile in termini di risorse, pari a 2,5 milioni di euro”.

Lavori sulla seggiovia Bosco a Bardonecchia

E' importante sottolineare come questi investimenti, programmati negli scorsi anni, non sono stati posticipati nonostante le incertezze relative all'epidemia di Covid-19. Anzi, questo momento è stato "interpretato come un’occasione di crescita, con la ferma convinzione che l’innovazione e lo sviluppo siano strumenti essenziali per affrontare le sfide future".

E ancora, per evitare code e assembramenti nei principali punti di accesso della ski area sono state installate delle casse automatiche e contestualmente è entrato in funzione un sistema di vendita degli skipass Oline più semplice e intuitivo. Per prevenire assembramenti, nei protocolli "anti Coronavirus", si è pensato anche a programmare ad hoc gli orari delle lezioni di sci, mentre nei giorni festivi gli sci club potranno contare sull'apertura anticipata degli impianti per allenarsi in tranquillità e lasciare poi libere le piste.

Emissioni zero

Un'altra novità riguarda invece il rispetto dell'ambiente. A partire da questa stagione tutti i 23 impianti di risalita e i rifugi sulle piste di Colomion sono alimentati da fonti energetiche al 100% rinnovabili. Si è lavorato anche per ottimizzare i consumi tarando la battitura delle piste, la produzione di neve tecnica e il funzionamento degli impianti in base alle esigenze reali della clientela.

di Redazione DoveSciare.it
20 Ottobre 2020

Località di cui si parla nell’articolo:

Bardonecchia

Articoli promozionali

SCIARE CON GUSTO A SAN MARTINO DI CASTROZZA

La neve, soffice e bianchissima, ricopre le Pale di San Martino facendone risalt... CONTINUA
Madonna di Campiglio, sci e outdoor nel cuore delle Dolomiti di Brenta

Madonna di Campiglio, adagiata ai piedi delle pareti dolomitiche del Gruppo del ... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA
Skipass online con Snowit: come evitare assembramenti e code in cassa

L’ultimo anno e mezzo a causa della pandemia è stato un periodo molto diffici... CONTINUA
Helly Hansen porta la sostenibilità sulle piste da sci con la tecnologia Lifa Infinity

Il brand norvegese presenta per la prima volta una collezione di giacche e panta... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.