Seconde case, le Faq aggiornate al 21 gennaio

21 Gennaio 2021


Si può andare nelle seconde case? A questa domanda rispondono le nuove Faq relative all'ultimo Dpcm che il Governo ha diffuso con aggiornamento al 20 gennaio.

La risposta è che sì, può andare nelle seconde case, anche in zona rossa, e anche se queste si trovano al di fuori della propria regione di residenza.

Ci sono tuttavia parecchi distinguo.

Innanzitutto, al contrario di quanto succedeva nelle Vacanze di Natale si possono reggiungere anche le seconde case fuori dalla propria regione di residenza.

Attenzione però, può andare nella seconda casa solo il proprietario dell'immobile (e relativo nucleo familiare) o chi la abbia affittata con un contratto stipulato prima del 14 gennaio. Segue quanto si legge nelle Faq diffuse il 20 gennaio dal Governo.

"...è possibile raggiungere le seconde case, anche in un'altra Regione o Provincia autonoma (e anche da o verso le zone “arancione” o “rossa”), solo a coloro che possano comprovare di avere effettivamente avuto titolo per recarsi nello stesso immobile anteriormente all’entrata in vigore del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2. Tale titolo, per ovvie esigenze antielusive, deve avere data certa (come, per esempio, la data di un atto stipulato dal notaio, ovvero la data di registrazione di una scrittura privata) anteriore al 14 gennaio 2021. Sono dunque esclusi tutti i titoli di godimento successivi a tale data (comprese le locazioni brevi non soggette a registrazione). Naturalmente, la casa di destinazione non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare convivente con l’avente titolo, e vi si può recare unicamente tale nucleo. La sussistenza di tutti i requisiti indicati potrà essere comprovata con copia del titolo di godimento avente data certa (art. 2704 del codice civile) o, eventualmente, anche con autocertificazione. La veridicità delle autocertificazioni sarà oggetto di controlli successivi e la falsità di quanto dichiarato costituisce reato".

Da notare il fatto che si tratta di un "rientro nelle seconde case", quindi non un incoraggiamento a praticare turismo, ma una possibilità di fare ritorno a quella che è una abitazione di proprietà che vale per chi nella seconda casa ci poteva andare prima del 14 gennaio, quindi per chi la ha acquistata o affittata prima di quella data.

La norma vale per il titolare o affittuario dell'abitazione e per il suo nucleo familiare.

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

 

 

di Redazione DoveSciare.it
21 Gennaio 2021

Articoli promozionali

3 Cime/3 Zinnen Dolomiti in inverno - Emozioni indimenticabili

Cinque montagne collegate, ognuna con il proprio carattere unico. I nostri impia... CONTINUA
Inverno negli agriturismi in Alto Adige: non solo sci

Volete conoscere l'inverno dei vostri sogni in Alto Adige, lontano dai soliti se... CONTINUA
Nella Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta, è innovazione skipass

La pandemia ha segnato il turismo ma non ha fermato la Skiarea Campiglio Dolomit... CONTINUA
SI TORNA IN PISTA A SAN MARTINO

Ad un solo grado di separazione dal Paradiso! La skiarea San Martino – Passo R... CONTINUA
Alpe Cimbra, è tutto pronto per una lunga stagione di sci

Tutto è pronto sulla Skiarea Alpe Cimbra in Trentino per una lunga stagione di ... CONTINUA
Skipass online con Snowit: come evitare assembramenti e code in cassa

L’ultimo anno e mezzo a causa della pandemia è stato un periodo molto diffici... CONTINUA
Helly Hansen porta la sostenibilità sulle piste da sci con la tecnologia Lifa Infinity

Il brand norvegese presenta per la prima volta una collezione di giacche e panta... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.