Dal prototipo in un’officina di Ortisei ai battipista green, 60 anni di Prinoth

23 Settembre 2022

prinoth

Prinoth compie 60 anni. L’azienda fondata da Ernst Prinoth, ex pilota di Formula 1, ha rivoluzionato il mondo dello sci inventando il “gatto delle nevi” e aprendo così l’era dello sci moderno con piste più sicure, facili da affrontare per gli sciatori e rendendo infinitamente più facile la gestione della neve e il mantenimento di tracciati.

In 60 anni di storia Prinoth ha costruito una compagnia internazionale, che oggi impiega 900 dipendenti e che oggi opera in tre diverse aree di business con varie applicazioni e settori di impiego. Oltre ai mezzi battipista l'azienda produce infatti anche veicoli cingolati e macchine per la gestione della vegetazione.

Dal 2000 Prinoth è parte di HTI (High Technology Industries) che comprende anche i marchi Leitner (impianti di risalita) e Demaclenko (sistemi di innevamento programmato). P60 è il nome del primo mezzo realizzato in un’officina di Ortisei nel 1962, nel frattempo Prinoth ha sviluppato e migliorato sempre più i veicoli fino ad arrivare alla svolta green del 2020 con la presentazione dell'HUSKY eMOTION elettrico, da quest’anno in produzione di serie, e il LEITWOLF h2MOTION, il primo battipista al mondo alimentato a idrogeno.

leitwolf

Ma facciamo un passo indietro. Vi immaginate centinaia di persone su un pendio innevato che si affannano calpestando la neve? Fino agli anni ’60 le piste si preparavano così, con risultati immaginabili e soprattutto, pendii che ben presto, con il passaggio degli sciatori, si rovinavano, facendo emergere sassi e terra. Ernst Prinoth, pilota e titolare di un’autofficina a Ortisei pensò così di creare un mezzo che potesse lavorare meccanicamente le piste. Chiaramente non era facile concepire un veicolo che abbinasse alte prestazioni, per arrampicarsi sui pendii, e leggerezza, per non sprofondare nella neve fresca. Ispirandosi alle auto da corsa concepì il primo prototipo, il P60, che nel 1962 inaugurò sulle piste. Nel 1965 i mezzi Prinoth battevano per la prima volta i tracciati di un mondiale di sci, a Seefeld: in poche ore fu fatto ciò che in precedenza impiegava giorni di lavoro e centinaia di uomini. Dopo quel debutto gli ordini non si contarono e l’officina in pochi anni diventò una vera e propria azienda.

«L’attenzione rivolta ai nostri clienti, l’innovazione e la sostenibilità sono al centro della nostra filosofia aziendale. Guidano quotidianamente le nostre decisioni e le nostre azioni – ha spiegato Klaus Tonhäuser, Presidente di Prinoth, in occasione della celebrazione del 60 esimo anniversario - In un momento economico estremamente difficile, come quello dettato dalla pandemia abbiamo voluto mantenere alta la concentrazione su due pilastri della nostra azienda: i nostri collaboratori e i nostri investimenti in ricerca e sviluppo orientati verso una preparazione delle piste sempre attenta all’ecosistema naturale»

 

di Redazione DoveSciare.it
23 Settembre 2022

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.