FEDERFUNI - Chiesto lo stato di calamita' naturale per la mancanza di neve

22 Dicembre 2015


Il Consiglio Direttivo di Federfuni Italia ha deliberato di chiedere al Governo, al Parlamento ed ai Presidenti delle Regioni, di intraprendere tutte le iniziative necessarie per il riconoscimento dello stato di calamità naturale per i comprensori sciistici colpiti dall'eccezionale mancanza di precipitazioni nevose e dalle temperature miti.
L'associazione degli esercenti di impianti a fune ritiene che le difficoltà economico finanziarie che stanno colpendo le aziende del settore neve necessitano di un immediato intervento finalizzato alla dichiarazione di stato di calamità naturale con la conseguente attivazione di tutta una serie di provvedimenti che consentano di poter sostenere adeguatamente le proprie Aziende e di continuare le proprie attività nell'attesa della tanto sperata nevicata.
Come spesso avviene in Italia, all'insorgere di qualche difficoltà viene quindi chiesto l'aiuto della mano pubblica. Se da un lato è vero che il clima non favorevole mette in difficoltà alcune aziende già in seria difficoltà, dall'altro è anche vero che il meteo è una variabile imprevedibile che dovrebbe far parte del rischio d'impresa.

di Andrea Greco
22 Dicembre 2015

Articoli promozionali

Alpe Cimbra paradiso dell'outdoor

L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Lusérn in Trentino si trasformano da mag... CONTINUA
Un pezzo di paradiso allo Sport Hotel Panorama

Alle porte delle Dolomiti di Brenta, sull’altopiano della Paganella, un luogo ... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.