LIVIGNO - Powder Slopes, freeride sulla pista Polvere

03 Febbraio 2019

© Fotografia - SCOnfortola - Freeride al Carosello 3000


Le grande nevicate delle scorse ore hanno permesso agli appassionati di freeride di godersi una giornata di powder direttamente in pista a Livigno. 

Al Carosello 3000, visto anche l'alto pericolo valanghe, sabato la pista Polvere è stata lasciata non battuta per permettere a tutti di godere di grandi sciate in neve profonda in tutta sicurezza, su un tracciato con fondo regolare, delimitato e controllato. 

"Finora avevamo lasciato in neve fresca piste secondarie del comprensorio, soprattutto all’interno di Val Federia, visto che la spettacolare cornice montana regala la sensazione di sciare in un contesto immacolato e selvaggio. - Dice Camillo Bertolini, direttore marketing di Carosello 3000 - Questa volta, considerato il pericolo valanghe molto elevato, abbiamo voluto fare ai freerider un regalo eccezionale, consentendo di divertirsi su 70 cm di neve fresca in modo sicuro utilizzando l’intera pista Polvere. Un’iniziativa che è stata davvero apprezzata. Speriamo in futuro di riuscire a riproporla".

Le piste lasciate "al naturale" dopo le nevicate si chiamano Powder Slopes e solitamente sono piste di minori importanza. Questa volta invece è stata scelta la pista Polvere, una delle più interessanti ed amate del comprensorio. Un tracciato lungo 2 kilometri per 100 metri di lunghezza. 

 

 

di Redazione DoveSciare.it
03 Febbraio 2019



Località di cui si parla nell’articolo:

Livigno

Articoli promozionali

Pluripremiato comprensorio sciistico 3 Cime/3 Zinnen Dolomiti

Un comprensorio pluripremiato nel cuore delle Dolomiti UNESCO patrimonio dell‘... CONTINUA
Inverno in montagna, primavera in valle col "Gallo Rosso"

La primavera ha il fascino dei contrasti in Alto Adige. Mentre c'è ancora neve ... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento