Dpcm del 4 dicembre: niente sci fino al 7 gennaio, restrizioni agli spostamenti per Natale

04 Dicembre 2020

© Fotografia - Paolo Bisti - Madonna di Campiglio


Il premier Giuseppe Conte ha firmato in serata il Dpcm che sarà in vigore da domani, venerdì 4 maggio. Le decisione ricalcano sostanzialmente le anticipazioni delle scorse ore.

Come ormai era chiaro i provvedimenti impediscono l'inizio della stagione sciistica prima del 7 gennaio, poi verosimilmente si potrà partire, seguendo le normative che saranno approvate dal Cts. Il Comitato Tecnico Scientifico non ha tuttavia ancora approvato il protocollo elaborato dalle Regioni con Anef.

Le vacanze di Natale saranno senza sci alpino visto che gli impianti di risalita non potranno aprire al pubblico. Si potranno invece raggiungere le seconde case, a patto che siano nella stessa regione di residenza (dal 21 dicembre al 6 gennaio), e che ci si trovi in una zona Gialla. Prima del 21 dicembre sono invece consentiti spostamenti tra le regioni, se quella di partenza e quella di destinazione sono zone gialle.

Nelle giornate di Natale, Santo Stefano e Capodanno sono anche vietati gli spostamenti tra comuni. Negli stessi giorni i ristoranti potranno essere aperti per il pranzo mentre il 31 dicembre gli alberghi non potranno fare cene o veglioni di Capodanno.

I negozi potranno invece rimanere aperti fino alle ore 21 fino al 6 gennaio.

Limitazioni anche ai viaggi all'estero: dal 10 dicembre chi torna in Italia da un paese UE ha l'obbligo del tampone, da fare prima della partenza e da presentare all'arrivo. Chi arriva da un paese extra UE (come la Svizzera) dovrà comunque fare la quarantena. Dal 21 dicembre e fino all’Epifania dovranno fare una quarantena precauzionale di 10 giorni tutti quelli che tornano da un qualsiasi paese estero.

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

 

di Redazione DoveSciare.it
04 Dicembre 2020

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.