Giuliano Razzoli dice addio allo sci: "Lascio in serenità"

20 Maggio 2024

© Fotografia - Giuliano Razzoli, Fisi Pentaphoto


Al termine di una lunga carriera Giuliano Razzoli, per due decenni uno dei migliori slalomisti azzurri ha detto basta e abbandonando lo sci agonistico.

Dopo 157 gare in Coppa del mondo, a quasi 40 anni (da compiere a dicembre) il campione di Villa Minozzo (Reggio Emilia) saluta al termine di una carriera in cui è riuscito a raggiungere il risultato massimo: l'oro tra i rapid gates ai Giochi invernali di Vancouver 2010, e con qualche rimpianto per qualche infortunio di troppo, senza il quale il suo "bottino" sarebbe potuto essere più consistente. Grande cuore e grande piede, non solo nel senso della sensibilità sulla neve ma anche delle dimensioni, infatti tutti i suoi scarponi erano realizzati ad hoc.

 “Lascio sereno perché sono felice di come ho attraversato tutta la mia avventura, e sono grato di averla potuta vivere. La mia grande fortuna è quella di essere nato in un territorio particolare per lo sci, e mi sono reso conto di essere riuscito a trasmettere molte emozioni alle persone - ha spiegato Razzoli - Ma tutto quello che ho dato mi è tornato indietro amplificato. Ringrazio le persone che nella vita mi hanno insegnato qualcosa, e sono state tante, e che mi hanno permesso di crescere come atleta e come uomo: la mia famiglia, mia moglie, mio figlio, i miei genitori e le mie sorelle".

In Coppa del mondo "Razzo" ha all'attivo due vittorie, a Zagabria (Croazia) nel 2010 e a Lenzerheide (Svizzera) nel 2011 r 11 podi complessivi. E ora? Ora si festeggia, nell'attesa di vedere se si riuscirà a organizzare un addio in pista nel corso della prossima stagione agonistica, l'appuntamento è per il 20 luglio, con una grande festa a Razzolo di Villa Minozzo.

TUTTE LE NEWS DI AGONISMO SU TELEGRAM

di Redazione DoveSciare.it
20 Maggio 2024

Commenti sull'articolo