LA THUILE - Idee per una fuga (a 5 stelle) dalla città

29 Luglio 2015

Che le piste di La Thuile siano tra le più tecniche e divertenti d’Italia, su tutte la mitica Tre Franco Berthod, è fatto ben noto tra gli sciatori e la Coppa del mondo di sci femminile che qui farà tappa i prossimi 20 e 21 febbraio, con una discesa libera e un superG, ne è la controprova. Lo sa bene chi negli anni ha scelto questa valle con vista sul Monte Bianco per una settimana bianca o anche per una sciata in giornata (ci si arriva in poco più di 2 ore da Milano), almeno fino a quando il costo dell’autostrada della Valle d’Aosta non è diventato per molti insostenibile.

Quello che mancava a La Thuile, che offre un carosello di piste da 160 chilometri (si chiama Espace San Bernardo e comprende anche la località francese di La Rosière, collegata sci ai piedi) era una struttura d’eccellenza, nell’ambito di una situazione ricettiva che offre solamente 2000 posti letto alberghieri, la maggior parte dei quali riconducibili ad una singola megastruttura che ormai dimostra i suoi anni.

Da dicembre dello scorso anno tuttavia La Thuile è stata arricchita da uno dei soli 6 hotel a 5 stelle della Valle d’Aosta, il Nira Montana, che si trova in località Arly una delle più tranquille, curate e panoramiche del paese, che in altri punti si presenta invece come un “serpentone” di costruzioni sorte ai margini della strada principale. Qui Nira Hotels & Resorts ha scelto di aprire il suo primo hotel italiano, il secondo in montagna dopo il Nira Alpina, che si trova al Corvatsch, proprio alla partenza della funivia (gli altri si trovano ad Edinburgo e a Mauritius).

Nata nel 2009 dall’idea di Mavinder Puri, uomo d’affari indiano da 40 anni nel mondo della ristorazione e dell’hotellerie di lusso, la catena è in pieno sviluppo e ha in programma di inaugurare nei prossimi anni altre strutture tra Italia, Grecia, Turchia, Thailandia e Seychelles. Insomma, ci voleva qualcuno che arrivasse dall’altra parte del mondo per aiutare a valorizzare una località così ricca di potenzialità spesso non sfruttate.

E questo albergo, che è membro dei Design Hotels, si propone di offrire un’esperienza unica. Lusso, perché di questo si parla, ma declinato in una maniera mai eccessiva, mai ingombrante e che non mette a disagio, anzi, ci si trova subito a proprio agio negli ambienti moderni e confortevoli, dove l’architettura montana è declinata in chiave contemporanea e internazionale. Si ha accesso al meglio che un albergo possa offrire senza gli orpelli e - diciamolo - le seccature di un’accoglienza eccessivamente formale. Semplicemente in vacanza, con camere ampie (sono 55 in tutto) e decisamente accoglienti, una meravigliosa Spa con piscina, sauna, bagno turco e 6 stanze per trattamenti e un ristorante di livello assoluto dove si possono scegliere piatti raffinati ma sempre legati agli ingredienti del territorio - siamo in montagna - ma anche, se si desidera un pasto veloce, una pizza realizzata a regola d’arte (è anche disponibile un corso per scoprire l’arte dei pizzaiuoli napoletani).

In estate il consiglio è quello di affidarvi per una gita a Mauro (pacchetto Real Woodman), estrosa ed eccentrica guida che vi racconterà le tradizioni locali, comprese leggende e curiosità, con dovizia di particolari e vi ospiterà per un barbecue in quota nella sua casetta isolata (senza energia elettrica e con l’acqua corrente fornita solo dalla Dora che scorre a fianco) che sorge al limitare superiore del bosco. Vi porterà ad arrampicare sulle falesie circostanti o volare con una carrucola sopra i canyon scavati dal fiume.

In inverno Mauro vi potrà invece accompagnare in numerosi itinerari freeride e non spaventatevi se lo vedrete arrivare nella hall dell’albergo in infradito anche quando fuori nevica, dopo si metterà gli scarponi (ma solo in inverno). Chi preferisce rimanere sui terreni battuti ha a disposizione un carosello ampio e vario, con tante piste distribuite su un dislivello di 1400 metri e vari tracciati impegnativi particolarmente adatti agli sciatori più esigenti. 

In tutte le stagioni non si può chiedere di meglio che tornare da una giornata di sport all'aria aperta per farsi accogliere dalla Spa di questo "Boutique hotel" prima di una cena gustosa e raffinata e magari finire la giornata assaporando uno dei particolari cocktail dello Stars Bar&Lounge che offre chicche degne dei migliori cocktail bar metropolitani. Anche solo per un weekend, magari sfruttando questa offerta

di Andrea Greco
29 Luglio 2015

Località di cui si parla nell’articolo:

La ThuileEspace San BernardoLa Rosiere

Articoli promozionali

Goldwin Collezione SCI 2019/20 Amore fino al più piccolo dettaglio

Spirito giapponese di innovazione, smart design e sobria eleganza: questo è il ... CONTINUA
Skipass, la Montagna Bianca in scena a Modena

Il Salone del Turismo e degli Sport invernali più longevo d’Italia torna a Mo... CONTINUA
DOVESCIARE. L'app per non perdersi in pista.

Quante volte ti è successo di perdere gli amici mentre scii? Vuoi per una svolt... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.