Tecnologia a servizio della sostenibilità e del comfort, i nuovi impianti Leitner per la stagione invernale 2022/2023

Nuovi impianti più confortevoli e più sostenibili. Anche quest’inverno sono tante le realizzazioni di Leitner che troveremo nei comprensori sciistici alpini, da est a ovest. Novità che presentano lo stato dell’arte della tecnica funiviaria finalizzata non solo a rendere più comodi e veloci le funivie ma anche a efficientare le prestazioni e i consumi permettendo di risparmiare sia in termini ambientali che economici. Estendendo lo sguardo a tutto il mondo, sono ben 80 i nuovi impianti del gruppo HTI (che comprende anche Poma, Bartholet e LPoa) che entreranno in funzione quest’inverno, dalle Alpi alla Scandinavia, dall’Europa dell’Est fino al continente americano.

monte cavallo
Martin Schaller

Partiamo da Vipiteno, in Alto Adige, dove tra l’altro Leitner ha la sua sede. Percorrendo l’autostrada, a partire da dicembre, si vedrà la nuova cabinovia a 10 posti “Rosskopf” che sorvola l’importante arteria stradale e che porta nel cuore del comprensorio del Monte Cavallo. L’impianto sostituisce la precedente cabinovia, realizzata nel 1987 e propone nuovi standard in termini di comfort, grazie alla cabine della serie premium “Diamond EVO” dotate anche di ampie vetrate panoramiche, e sarà più sostenibile grazie al sistema di azionamento Direct Drive che permette la razionalizzazione dei consumi. Saranno completamente rifatte anche le due stazioni dell’impianto e quella a valle ospiterà, tra l’altro, la sede dell’Associazione Turistica di Vipiteno.

seenock
Speikboden - Leitner

Nel comprensorio di Speikboden, in Valle Aurina, noto per il dislivello di 1450 metri, uno dei più importanti in Alto Adige, Leitner ha invece realizzato una nuova seggiovia a 8 posti in sostituzione di una quadriposto in servizio ormai da 30 anni. “Seenock” è il nome del nuovo impianto che avrà una portata di 3400 persone ogni ora e che sarà azionato dal sistema Leitner DirectDrive. Gli sciatori viaggeranno su seggiole premium rivestite in pelle, dotate di cupole di protezione e di riscaldamento dei sedili. Impreziosisce ulteriormente il progetto la firma di Pininfarina che ha curato il design della stazione.

Sempre in Alto Adige, nel demanio sciabile dell’Alpe di Siusi la seggiovia a 2 posti “Spitzbühl” sarà sostituita da una a 6 posti. Anche qui sono state installate le migliori tecnologie dell’azienda altoatesina, dal DirectDrive fino alle seggiole dotate di cupole e riscaldamento. Rispetto al vecchio impianto le prestazioni miglioreranno in maniera sensibile arrivando a una portata di 2400 persone all’ora.

In Trentino, a San Martino di Castrozza, la nuova seggiovia quadriposto “Cima Tognola” completa invece il totale rifacimento di uno dei versanti del comprensorio sciistico iniziato qualche anno fa con la realizzazione della seggiovia Cigolera. La nuova seggiovia ha un punto di arrivo ad una quota

cit roc
Sestriere

Passando invece alle alpi occidentali la stagione sciistica della Vialattea sarà inaugurata con la nuova seggiovia “Cit Roc”, un impianto situato su un pendio di Sestriere che rappresenta la storia degli sport invernali nel nostro paese. Proprio qui il Senatore Giovanni Agnelli, 90 anni fa, fece realizzare la funivia Alpette-Sises. La nuova seggiovia “Cit Roc” ha sedili a 6 posti, una portata oraria di 3000 sciatori e sarà anche funzionale a servire la pista che a dicembre ospiterà la Coppa del mondo femminile di sci.

gran sometta
D. Herin - Cervinia Valtournenche

A Cervinia invece la grande novità della stagione è la seggiovia esposto “Gran Sometta", equipaggiata con Leitner Direct drive, cupole di protezione e sedili riscaldati. Questi saranno sicuramente apprezzati dagli sciatori visto che ci troviamo a 3000 metri di quota lungo uno degli snodi del comprensorio Matterhorn Ski Paradise che comprende, oltre a Cervinia, anche Valtournenche e Zermatt. Infine due skilift, impianti ancora oggi essenziali per contenere i costi e offrire uno strumento versatile e poco invasivo oltre che funzionale alle esigenze di principianti e non solo.

Due nuove sciovie sono state installata al Passo Oclini, e al Monte Baranci, nel comprensorio 3 Cime Dolomiti.

brekenridge

Uscendo dai confini nazionali, il gruppo HTI ha, come detto, installato ben 80 nuove funivie in giro per il mondo. In Francia sono stati installati 15 nuovi impianti in stazioni blasonate come Tignes, La Plagne e Alpe d’Huez, segue l’Austria con 8 novità tra cabinovie e seggiovie. Nuovi impianti sono state costruiti poi in Svizzera, nei Balcani e in Scandinava, con 12 nuove realizzazioni tra Svezia, Norvegia e Finlandia. Ma il vero e proprio boom riguarda l’America con 28 nuovi impianti dalle Montagne Rocciose fino alla Patagonia. Nuove funivie del gruppo HTI gireranno in Montana, Utah, Colorado fino a Bariloche, in Argentina.


di Redazione DoveSciare.it

Articoli promozionali

A misura di famiglia: skiarea San Martino di Castrozza – Passo Rolle

Al cospetto delle Pale di San Martino, in uno dei luoghi più scenografici delle... CONTINUA
Organizzare le tue vacanze sulla neve non è mai stato così facile

La neve sta facendo capolino in tantissime località sciistiche del nord Italia ... CONTINUA
Paganella dall'alba al tramonto: le offerte da gennaio a marzo

Sei mai salito su un gatto delle nevi? Hai mai sciato all’alba o di notte? In ... CONTINUA
Alpe Cimbra: dove lo sci race è di casa

Un lunga serie di appuntamenti agonistici scandisce l'inverno dell'Alpe Cimbra. ... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA
Vieni a sciare in Trentino a un prezzo incredibile

Per vivere emozioni in un ambiente naturale suggestivo e lontano dalle mete più... CONTINUA