SCI e COVID - Tutto stoppato, niente sci fino al 5 marzo

14 Febbraio 2021


Niente da fare, a poche ore dall'apertura tanto agognata della stagione sciistica, arriva un nuovo stop del Governo.

Non si potrà sciare almeno fino al 5 marzo. L'ennesima data andata in fumo che, ancora di più questa volta, suona come una beffa per il mondo della montagna. E' dei primi giorni di febbraio l'ok del Cts al via della stagione sciistica. Dopo numerosi rinvii era infatti stato approvato il protocollo che avrebbe permesso, con portata ridotta sugli impianti chiusi, un tetto massimo agli skipass vendibili e la possibilità di aprire solo alle località sciistiche nelle regioni in zona gialla, di dare il via finalmente alla pratica dello sci.

E nelle regioni gialle si stavano ultimando i preparativi per l'apertura che sarebbe avvenuta tra domani e mercoledì. Ora il nuovo stop, complici i contagi in rialzo e le nuovi varianti che si stanno diffondendo anche nel nostro paese. A tutto questo si aggiunge l'instabilità politica che ha portato al giuramento del nuovo Governo solo nelle ultime ore.

Nel frattempo il Cts, interpellato dal ministro Speranza, spiegava, poche ore fa, che a questo punto non sarebbe stato più saggio dare l'ok alle aperture. Quindi, nella sera di oggi, la firma di Speranza a un nuovo decreto che prolunga fino al 5 marzo, data della scadenza del Dpcm attualmente in vigore, lo stop allo sci. A 12 ore dall'apertura delle prime seggiovie.

 

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

di Redazione DoveSciare.it
14 Febbraio 2021

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.