Fondo Montagna, Federfuni è contraria al metodo di ripartizione

22 Marzo 2021

© Fotografia - Abetone - Val di Luce


Federfuni Italia è contraria al metodo con cui saranno ripartiti i contributi del Fondo Montagna.

In particolare, secondo l'Associazione, la nuova versione dell'Art. 2 del decreto Sostegno (Contributi alla Montagna ) "rischia di far chiudere definitivamente molte stazioni sciistiche degli Appennini ma anche delle Alpi nelle Regioni a Statuto Ordinario".

A non convincere Federfuni è il criterio basato sulle presenze turistiche:

"Adottare il criterio delle presenze turistiche per ripartire tra le Regioni e le Province a Statuto Autonomo il fondo da 700 milioni comporterà un contributo irrisorio per l'80% dei comprensori sciistici con la immediata conseguenza di una progressiva ed irrimediabile chiusura di moltissime stazioni sciistiche - si legge in una nota diffusa da Federfuni - Solo l'impegno del Governo per l'inserimento di correttivi sostanziali a quanto emerso con sorpresa all'interno del Decreto Sostegno potrà scongiurare questa drammatica prospettiva".

 

di Redazione DoveSciare.it
22 Marzo 2021

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.