I Maestri di sci: riaprire gli impianti, lo sport all'aperto è sicuro

23 Aprile 2021


Maurizio Bonelli e Beppe Cuc, presidenti delle associazioni (Amsi e Colnaz) che rappresentano i maestri di sci, chiedono al Governo che vengano aperti gli impianti di risalita. "Ora lo dice anche la scienza", sostengono, facendo riferimento al recente studio dell’Health Protection Surveillance Center (HPSC) che ha evidenziato come solamente un caso di positività su 1.000 avviene all'aperto. 

“Come il 14 febbraio i Maestri di sci italiani accettarono ciò che la scienza imponeva, ora come allora, con pari risolutezza occorre continuare ad affidarsi alla scienza - spiegano Cuc e Bonelli in un comunicato congiunto - La richiesta dei Maestri di sci italiani di aprire al pubblico gli impianti di risalita, trae origine dalla constatazione di un dato di fatto supportato da evidenze scientifiche”

Viene poi presa come esempio la vicina Svizzera dove lo sci quest'inverno è stato consentito.

"Da mesi continuiamo ad osservare il dibattito sulle aperture e ancora ricordiamo con incredulità la sera del 14 febbraio nella quale si consumò l’ultimo ennesimo atto contro una montagna già sofferente. Allora accettammo ciò che la scienza impose; oggi, con pari risolutezza, è necessario continuare a dare ascolto alla scienza".

La richiesta dei Maestri è quindi di permettere la riapertura degli impianti di risalita e delle piste per i "turisti" e che sia data la possibilità di esercitare la professione, ovviamente con tutte le cautele e i protocolli del caso.

Ovviamente solo poche piste potrebbero essere aperte visto che ci troviamo in primavera inoltrata, ma almeno sarebbe garantita la normale pratica dello sci estivo al Passo dello Stelvio e a Cervinia, mentre Val Senales ha già annunciato che riaprirà a settembre.


SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

 

di Redazione DoveSciare.it
23 Aprile 2021

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.