Alto Adige, Corona Pass all'esordio, servirà anche per la stagione sciistica

25 Aprile 2021

© Fotografia - Frieder Blickle - Vinschgau Marketing


Da domani, lunedì 26 aprile, in Alto Adige si utilizzerà il Corona Pass. Come nel resto delle regioni d'Italia in zona gialla ci saranno maggiori libertà di spostamento, saranno aperte le attività di ristorazione con tavoli all'aperto fino alle 22 e - qui l'unica differenza tra Bolzano e il resto del Paese - si potrà, prenotare un tavolo anche al chiuso se si presenta il Corona Pass.

Corona Pass è la via altoatesina al "Green Pass" di cui si parla da settimane e che prova la vaccinazione, la guarigione Covid-19 o un test negativo.

Con questo strumento, che di fatto è un passaporto vaccinale a cui si aggiungono altri due casi che dimostrano l'impossibilità (o quasi) di avere il Covid, ovvero l'aver effettuato un tampone e che questo si negativo o ancora la guarigione da Covid-19 al massimo 6 mesi prima. La protezione vaccinale si intende ottenuta 14 giorni dopo il completamento del ciclo di vaccinazione (quindi della seconda dose dei vaccini Pfizer, Moderna o AstraZeneca, o dell'unica dose nel caso di Johnson & Johnson).

Questo passaporto vaccinale permetterà l'acceso alle zone dette "Covid free", come i ristoranti, come dicevamo, ma anche bar, teatri musei, piscine, etc. Lo stesso strumento, che sarà poi inserito in un sistema più ampio a livello nazionale, sarà il prerequisito per poter tornare a viaggiare, per le prenotazioni alberghiere e per l'accesso agli impianti di risalita la prossima stagione sciistica.

 

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

 

di Redazione DoveSciare.it
25 Aprile 2021

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.