Leitner lancia ConnX, la funivia che "mette le ruote"

10 Dicembre 2021


Leitner lancia ConnX, un nuovo modo di intendere la mobilità: flessibile, hi-tech, ecologico e connesso. "La funivia mette le ruote" e in questo modo aumenta le possibilità di connessione in particolare per le città. Leitner, azienda altoatesina del gruppo HTI, ha ideato e brevettato questa soluzione ibrida che, come è ben si capisce guardando il video qui sotto, annulla alcuni dei limiti degli impianti a fune realizzando un sistema capace di spostare le persone in mondo economico ed ecologico. Il concetto è semplice e funzionale: la cabina della funivia, quando arriva destinazione viene trasferita su un veicolo elettrico che prosegue il suo percorso su strada. Quindi si possono sommare i vantaggi di un impianto a fune, per esempio quello di superare ostacoli fisici, e la versatilità del trasporto su gomma nei casi in cui collegamenti funiviari continui o in sequenza non siano possibili.

 

«Ancora una volta il nostro gruppo aziendale è passato dalle parole ai fatti, e ancora una volta lo ha fatto investendo sull’innovazione tecnologica che porterà dei sicuri benefici per la qualità della vita delle persone e per la cura dell’ambiente - ha spiegato Anton Seeber presidente del gruppo HTI - A un anno di distanza dal lancio del primo battipista a idrogeno targato Prinoth, oggi siamo orgogliosi di annunciare una nuova soluzione che evidenzia la nostra capacità di trasformare idee innovative in realtà. Questa volta a servizio di centri urbani sempre più vivibili e sostenibili».

Oltre a connettere due funivie, come si vede nel video, ConnX può essere utilizzato anche per altri scopi, per esempio per la connessione con stazioni ferroviarie o metropolitane, o come "ultimo miglio", per il trasporto di persone o di merci.

Tra i vantaggi di questa soluzione ci sono anche i tempi di viaggio regolari, visto che si tratta di un trasporto continuo, la velocità, che è di oltre dieci metri al secondo (quasi 40 Km/h), la movimentazione autonoma e, ovviamente, l'impatto ambientale ridotto visto che si tratta di mobilità elettrica. 

«Proprio dall’esperienza quotidiana maturata in questi ultimi anni nella realizzazione di impianti funiviari urbani e confrontandoci sul campo con le diverse realtà e esigenze in giro per il mondo, abbiamo affidato al nostro ufficio ricerca e sviluppo il compito di dare concretezza ad un’idea che consentisse di rendere completo un sistema di mobilità funiviaria che ad oggi nelle città ed in determinate situazioni si trova a dover fare fronte a limitazioni, come ad esempio una curva o l’impatto visivo di una linea funiviaria in centro storico, che rischiano di limitarne un più diffuso impiego - ha commentato Martin Leitner, Vicepresidente del gruppo HTI - ConnX vuole dunque essere quel tassello decisivo in grado di rendere il nostro sistema di mobilità ancora più efficace».

 

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

di Redazione DoveSciare.it
10 Dicembre 2021

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.