Caro energia, un grosso problema per sci e turismo

07 Marzo 2022

© Fotografia - Pixabay


Il prezzo dell'energia in continua crescita ha risvolti potenzialmente devastanti sul turismo e in particolare sul mondo dello sci.

"Seppur consapevoli della drammaticità del momento storico che stiamo affrontando sia da un punto di vista umanitario che economico - ha spiegato Marina Lalli Presidente di Federturismo Confindustria, - gli sviluppi del conflitto russo ucraino stanno facendo lievitare ulteriormente i prezzi dell’energia con il rischio di generare ripercussioni disastrose sulle aziende turistiche già provate dalla pandemia e di compromettere la produzione del nostro Paese".

Il costo del gas, con cui si produce il 40% dell'energia consumata in italia, era già esploso a gennaio e ora la situazione geopolitica sta peggiorando ulteriormente la situazione. Si parla di bollette già nelle scorse settimane tripliclate per tenere apert gli alberghi o per muovere gli impianti di risalita e accendere i cannoni nelle ski area.

In più il conflitto e le restrizioni ala Russia precludono al nostro paese una grande fetta di turisti (i turisti russi erano stati 1,7 milioni nel 2019).

Le misure adottate dal governo ha coperto solo in parte le perdite: "Sarebbe quindi opportuno di fronte ad una tale situazione emergenziale, che si intervenisse con importanti misure economiche a sostegno di un settore già fortemente provato e che con i prezzi alle stelle e i consumi bloccati rischia di affossare", ha concluso Lalli.

Un allarme che era stato anticipato alcune settimane fa da Anef (Associazione Nazionale Esercenti Funiviari) in una nota in cui si lamentavano costi energetici in aumento per più del 100%.

"Dopo quasi due anni di chiusura, finalmente quest’inverno gli impianti a fune hanno potuto lavorare - spiegava Valeria Ghezzi,  presidente di Anef - Tuttavia, il Covid ha portato un significativo calo di presenze rispetto agli standard e a questo si aggiungono le tante difficoltà legate all'aumento dei costi elettrici e degli altri comparti”.

Anche in questo caso la richiesta è quella di interventi strutturali a sostegno del settore.

SEGUICI SU INSTAGRAM

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

 

di Redazione DoveSciare.it
07 Marzo 2022

Articoli promozionali

3 Cime/3 Zinnen Dolomiti in inverno - Emozioni indimenticabili

Cinque montagne collegate, ognuna con il proprio carattere unico. I nostri impia... CONTINUA
Val Senales, la tua avventura invernale circondato da 126 cime di 3000 metri

Da settembre a maggio, l’Alpin Arena Senales è teatro di esclusive esperienze... CONTINUA
Nell’abbraccio dell’inverno col “Gallo Rosso”

Sul sito www.gallorosso.it è possibile scegliere gli agriturismi “Gallo Rosso... CONTINUA
Come risparmiare acquistando lo skipass

Quante volte ti è capitato di voler andare a sciare, ma il tuo primo pensiero e... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.