BORNO - In arrivo i finanziamenti per cabinovia e rifugio, obiettivo 2024

11 Aprile 2022

© Fotografia - Le piste di Borno


Si fa sempre più concreta l'ipotesi di una cabinovia che rinnoverà e migliorerà la fruibilità della ski area di Borno, in Valle Camonica. Regione Lombardia ha infatti aderito al "Patto Territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico di Borno - Monte Altissimo in Valle Camonica in provincia di Brescia", progetto che ha come capofila il Comune di Borno.

Questo si propone di completare il rilancio della ski area di Borno con due interventi che cambieranno volto al comprensorio (che già è in fase di rilancio e che in questa stagione ha fatto registrare numeri eccellenti): una cabinovia e un nuovo rifugio. Al Patto concorrono varie istituzioni locali, oltre al Comune di Borno quelli di Angolo Terme, Darfo Boario Terme, Piancogno, la Comunità Montana di Valle Camonica e l'Unione dei Comuni degli Antichi Borghi.

L'orizzonte è quello del 2024. Entro quella data l'intenzione è quella di realizzare una moderna cabinovia con stazione intermedia che costituirà la nuova, più moderna e veloce "spina dorsale" del comprensorio, dalla base degli impianti fino al Monte Altissimo e che sostituirà le due seggiovie attualmente presenti. A questo si aggiungerà un nuovo rifugio sulla vetta del Monte Altissimo.

L'importo delle opere sarà di 17 milioni di euro, 9,8 dei quali arriveranno da Regione Lombardia, 4,75 da un finanziamento ricevuto dal Comune di Borno a seguito dell'intesa tra il Ministero del Turismo e il presidente della Regione Lombardia. I rimanenti 2,45 milioni di euro saranno a carico invece dei soggetti locali divisi tra Comune di Borno e Comunità Montana Valle Camonica.

"Regione Lombardia crede sempre di più nella forza delle sue montagne, volano fondamentale per la promozione e la valorizzazione del turismo dei territori. Ancora una volta dimostriamo con i fatti di essere al fianco dei comprensori per il loro rilancio turistico, con misure ad hoc in grado di valorizzare le eccellenze locali - ha commentato Lara Magoni, assessore regionale al turismo - Questa misura approvata in Giunta mette in campo soluzioni strategiche in grado di frenare lo spopolamento delle nostre montagne. Investimenti importanti, che permetteranno di vivere il territorio in maniera più efficiente, integrata e sostenibile. Risorse che, grazie ad un concerto programmatico tra istituzioni, enti locali ed associazioni di categoria, saranno in grado di potenziare l'economia locale, sviluppando politiche sinergiche e creando occupazione".

SEGUICI SU INSTAGRAM

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

di Redazione DoveSciare.it
11 Aprile 2022

Articoli promozionali

3 Cime/3 Zinnen Dolomiti in inverno - Emozioni indimenticabili

Cinque montagne collegate, ognuna con il proprio carattere unico. I nostri impia... CONTINUA
Val Senales, la tua avventura invernale circondato da 126 cime di 3000 metri

Da settembre a maggio, l’Alpin Arena Senales è teatro di esclusive esperienze... CONTINUA
Nell’abbraccio dell’inverno col “Gallo Rosso”

Sul sito www.gallorosso.it è possibile scegliere gli agriturismi “Gallo Rosso... CONTINUA
Come risparmiare acquistando lo skipass

Quante volte ti è capitato di voler andare a sciare, ma il tuo primo pensiero e... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.