Caro energia: gli skipass 2022/2023 aumenteranno tra il 5 e il 10 %

27 Agosto 2022


Il costante aumento dei costi dell’energia rischia di provocare un terremoto nel mondo dello sci. Diciamo molto chiaramente, dobbiamo abituarci da subito a un costo degli skipass in vista della prossima stagione sciistica.

I rincari potrebbero attestarsi attorno al 5/10%, un fatto che farà storcere il naso a tanti appassionati ma che è di certo meno che proporzionale rispetto ai maggiori costi che i gestori si stanno trovando ad affrontare. Già quest’estate, in varie località che hanno tenuto gli impianti aperti per la bella stagione, i gestori hanno fatto fatica a far quadrare i conti. Aspettiamo, in ogni caso, l’ufficializzazione dei listini che avverrà nei prossimi giorni ma è chiaro che anche gli skipass, come purtroppo tutto in questo periodo, è destinato ad aumentare.

Solitamente a fine stagione le società fissavano già i budget e i listini per l’inverno successivo. Quest’anno tutto è cambiato e il quadro, anche ora che siamo a soli 3 mesi dal via della stagione sciistica, è tutt’altro che definito: l’energia potrebbe infatti aumentar ulteriormente.

Quello che è certo è che dal periodo pre-pandemia i costi delle bolletta per gli impiantisti si sono moltiplicati per 4, o per 5, e sarà sempre più difficile far quadrare i bilanci. Gli impianti di risalita, come sappiamo, sono ad azionamento elettrico, così come energivori sono gli impianti di produzione neve. E’ chiaro che non tutti questi costi possono essere ribaltati 1 a 1 sugli sciatori, a loro volta alle prese con il caro vita e con il costo dei carburanti, anch'esso cresciuto, seppur non con l'escaltion folle dell'energia.

Come purtroppo accade sempre in momenti di crisi i più piccoli e i meno strutturati saranno quelli che rischieranno maggiormente. Pensiamo a una piccola località che si riempie nei weekend. Il costo maggiore del carburante può essere un deterrente per questo tipo di turismo, fatto di spostamenti quotidiani, mentre può essere relativamente trascurabile per le stazioni sciistiche che vivono di settimane bianche.

Insomma, anche il mondo dello sci si trova davanti a grandi incertezze. Dopo due annate di pandemia, una totalmente persa, e una partita con alcune limitazioni ma che è andata mediamente bene - al netto di rincari energetici già presenti nei mesi scorsi - l’inverno del definitivo ritorno alla normalità è minacciato da nuove barriere, questa volta di tipo economico.

SEGUICI SU INSTAGRAM

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

 

di Redazione DoveSciare.it
27 Agosto 2022

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.