Record di fatturato per il gruppo HTI, leader del sistema neve

25 Marzo 2024


Il fatturato del gruppo altoatesino HTI aumenta per il secondo anno consecutivo. Eccellenza italiana di tutto quello che ha che fare con la gestione dei comprensori sciistici, HTI è protagonista nel settore impianti a fune con i marchi Leitner, Poma, Bartholet e Agudio, in quello dei mezzi battipista, Prinoth, dell'innevamento programmato con Demaclenko e della gestione digitalizzata dei comprensori sciistici con Skadi. A questi si aggiungono marchi come Troyer (idroelettrico), Wlp (sistemi abbattimento polveri), Leitwind energia eolica. Il gruppo ha fatto segnare un nuovo record di fatturato nell'esercizio 2023 superando 1 miliardo e 477 milioni di euro (+13% rispetto al 2022).

La crescita è organico e ha visto un aumento del 10% nei collaboratori in tutto il mondo (ora 4.656) mentre cresce la quota in investimenti  in ricerca e sviluppo (38,8 milioni) le spese in conto capitale (59,2 milioni, il doppio dell'esercizio precedente), e in formazione, 2,7 milioni nel 2023.

"Le migliaia di eccezionali collaboratori che lavorano al nostro fianco in tutto il mondo hanno consentito al gruppo di ottenere ancora una volta dei brillanti risultati ma soprattutto hanno permesso di dare vita a una crescita sostenibile che è la profonda missione del nostro agire -  spiega Anton Seber, presidente di HTI - Uno sviluppo, il nostro, che continuerà a svolgersi all’interno di valori aziendali divenuti sempre più solidi, dall’innovazione alla sostenibilità passando per la diversificazione e l’internazionalizzazione".

Tra i più importanti progetti finalizzati nell'ultimo anno dal gruppo di Vipiteno ci sono l'ardita funivia Matterhorn Alpine Crossing, una lunga serie di impianti di risalita, dalle Alpi ai Balcani fino alle Americhe e alle funivie urbane di Città del Messico e di Santo Domingo.

Tra le novità dell'anno c'è la messa in funzione del Ropetaxi di Bartholet a Films in Svizzera (le cabine che si muovono autonomamente nelle stazioni), l'utilizzo delle ventole simili a quelle per l'innevamento e la manutenzione dei campi da calcio.  

Nel 2023 Demaclenko ha prodotto 2.500 "cannoni" da mentre Leitwind entrava in tre nuovi mercati: Slovenia, Belgio e Turkmenistan e Troyer acquisiva commesse in Nepal e Georgia.

Un highlight assoluto tra i progetti di sostenibilità sarà poi negli Stati Uniti, nello Utah, dove sarà realizzato un nuovo centro produttivo di Leitner Poma of America che sarà completamente sostenibile ed alimentato ad energia eolica. 

Per quanto riguarda l'Italia, oltre a nuovi impianti in varie ski area, ci sarà un parco eolico Leitwind in Sicilia e, in Trentino, la funivia per il trasporto delle mele per l'azienda Melinda in Trentino.

di Redazione DoveSciare.it
25 Marzo 2024

Articoli promozionali

Inverno in montagna, primavera in valle col "Gallo Rosso"

La primavera ha il fascino dei contrasti in Alto Adige. Mentre c'è ancora neve ... CONTINUA
27 APRILE - Festa di primavera per la chiusura del Corvatsch

Sabato 27 aprile 2024 appuntamento sulle piste di Corvatsch con la 6° Festa di ... CONTINUA
Pontedilegno-Tonale, a Pasqua musica e tanta neve!

Neve in abbondanza e grandi eventi in musica: un binomio perfetto per la seconda... CONTINUA

Commenti sull'articolo