20 milioni destinati allo sci in Emilia Romagna e Toscana

22 Novembre 2016

La Regione Emilia-Romagna e la Regione Toscana hanno siglato un'intesa per la promozione dell'offerta turistica delle proprie montagne. L'obiettivo è quello di rilanciare il turismo e gli sport invernali partendo dalla revisione, sostituzione e ampliamento degli impianti di risalita, dalla realizzazione di impianti per produrre neve artificiale nelle località dell'Appennino toscano - emiliano - romagnolo. L’accordo vale oltre 20 milioni di euro, questa la cifra complessiva destinata dal Governo a sostegno del progetto (10 milioni per la Regione Emilia-Romagna e altrettanti per la Regione Toscana).

 “Finora, con grande impegno c'era la Regione, ora c'è anche il Governo ed è una novità”. Così il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, alla firma del protocollo tra Governo e Regioni Toscana ed Emilia “Il Governo - sottolinea Rossi - mette a disposizione un investimento di 20 milioni di euro e questo consente di fare interventi importanti per gli impianti di risalita. Noi - afferma Rossi - aggiungiamo ai 20 milioni del Governo altri 10 milioni che si distribuiranno nei prossimi 5 anni. E' un impegno importante per la montagna, per l'occupazione, per la presenza delle persone”.

“Abbiamo mantenuto l'impegno – sottolinea Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna - preso un anno fa: 10 milioni di risorse dal Governo e 6 milioni dalla Regione nei prossimi tre anni per garantire la qualità dell'impiantistica e la maggior competitività possibile del nostro Appennino con gli altri territori. Con questi fondi diamo fiducia e prospettiva alle persone che vivono in montagna e a chi ci lavora e mettiamo in grado il territorio di competere nel futuro”.
Le Regioni Emilia-Romagna e Toscana si impegnano quindi ad integrare la somma destinata dal Governo.
"E' una svolta per la montagna – dichiara Rossi –. La regione in questi anni ha dato sempre comunque una mano mettendoci 4 milioni per piste e impianti, però eravamo arrivati a un punto complicato che grazie all'intervento del governo adesso possiamo sbloccare. Questi 20 milioni consentono di disegnare uno scenario per lo sviluppo della montagna pistoiese: ai 20 milioni la Toscana ne aggiungerà altri 10, 5 già stanziati e altri 5 da stanziare nei prossimi 3 anni. Tutte queste risorse permetteranno di potenziare la promozione non solo per il periodo invernale ma anche per quello estivo. Siamo disponibili a metterci subito al lavoro anche per assistere i vari Comuni a sbloccare i finanziamenti"

 

 

 

di Andrea Greco
22 Novembre 2016

Articoli promozionali

Alpe Cimbra paradiso dell'outdoor

L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Lusérn in Trentino si trasformano da mag... CONTINUA
Un pezzo di paradiso allo Sport Hotel Panorama

Alle porte delle Dolomiti di Brenta, sull’altopiano della Paganella, un luogo ... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.