World Cup Tour

Descrizione

Lo skisafari Word Cup Tour ti porta in una sola giornata sulle tre pista di Coppa del Mondo altoatesine. La Erta di SanVigilio, la Gran Risa in Alta Badia e la Saslong in Val Gardena. Si tratta di uno skitour impegnativo sia dal punto di vista tecnico per la difficoltà delle tre piste meta del nostro percorso, sia dal punto di vista atletico perchè si tratta di un giro piuttosto lungo e da concludere in giornata. Pranzo breve, mi raccomando, e non deviate troppo dal giro principale.

Si puà partire indifferentemente da una delle tre località e poi proseguire seguendo le indicazioni sotto

Partenza da San Vigilio

Dal paese si sale tramite i due tronconi di telecabina Pedagà e Piz de Plaies. La pista Erta, primo obbiettivo del nostro tour, è già qui. Possiamo subito toglierci lo sfizio sfruttando il fondo ancora duro e liscio della prima mattina per provarla tornando sino al paese di San Vigilio oppure tenercela come ultima pista per il rientro. Per proseguire il nostro giro, un'altra pista molto impegnativa ci attende, la Piculin che scende verso l'Alta Badia. A quel punto uno skibus ci attende per portarci sino a Badia

World Cup Tour tappa San Vigilio

Foto: pista Erta di San Vigilio

Parti o continua in Alta Badia

Lo skibus proveniente da San Martino porta direttamente sino al comune di Badia dove possiamo rimetterci gli sci e continuare il nostro itinerario alla volta della seconda tappa del nostro tour, la pista di slalom gigante di Coppa del Mondo. Si tratta della Gran Risa che scende sino al paese di La Villa. Per la verità, provenendo dal Plan de Corones, potrebbe essere più comodo lasciarsi la discesa per il ritorno per risparmiare tempo e continuare il viaggio salendo a Piz la Ila, scendendo verso Corvara e poi di nuovo su verso il Passo Gardena.

tappa world cup tour alta badia

Foto: Gran Risa, Alta Badia

 

Parti o continua in Val Gardena

Provenendo dall'Alta Badia, si scollina il passo Gardena e poi giù verso Selva. Le alternative qui sono due, una è la classica Dantercepies mentre la seconda è la Cir, altra pista che è stata teatro in passato della discesa libera femminile anche se oggi non lo è più. Pur meno conosciuta, regala sempre grandi soddisfazioni. Ma la nostra ultima tappa non è lontana da qui. Una volta scesi a Selva, la telecabina del Ciampinoi ci porta proprio alla partenza della Saslong che ci porterà sino a Santa Cristina. Provata l'ultima pista del nostro tour, occorre spostarsi di nuovo verso San Vigilio,  come descritto nel punto seguente.

Tappa World Cup Tour - pista Saslong

Foto: Saslong, Val Gardena. ©wisthaler.com

Torna o vai verso San Vigilio

Provate o quantomeno incontrate le piste di Coppa del Mondo previste dal nostro tour, occorre ripercorrere al contrario il giro sopra descritto tornando verso San Vigilio. Pertanto risaliremo sino al Ciampinoi per poi scendere sino a Selva e risalire sino al Passo Gardena per lasciare l'ominima valle. L'Alta Badia ci accoglie con una lunga discesa sino a Corvara, risalita sino a Piz la Ila e poi la discesa sulla Gran Risa. Di nuovo qualche impianto sino a prendere lo skibus a Badia e poi di nuovo sci ai piedi da San Martino in Badia per l'ultima risalita verso la Erta e San Vigilio.

Articoli promozionali

Sport Hotel Panorama: Ricomincio da qui

Dal resort Trentino di Fai della Paganella, alle porte delle Dolomiti di Brenta,... CONTINUA
DOVESCIARE. L'app per non perdersi in pista.

Quante volte ti è successo di perdere gli amici mentre scii? Vuoi per una svolt... CONTINUA

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.