Giro sciistico Grande Guerra 1914/1918

Come arrivare

Il tour in senso antiorario può cominciare indifferentemente da qualsiasi località. Noi cominciamo da La Villa o San Cassiano. Da qui si raggiunge Corvara e tramite la lunga telecabina Boè si sale in quota per scendere poi verso il passo Campolongo.

Descrizione

Il giro sciistico Grande Guerra è uno dei più spettacolari giri sciistici delle Dolomiti e deve il suo nome al fatto di attraversare i luoghi che hanno visto Italiani e Austriaci combattere l'uno contro l'altro nella prima guerra mondiale. E' infatti possibile notare rifugi, trincee e cannoni lungo il percorso. Come il Sellaronda, anche questo skitour è circolare e quindi percorribile in entrambi i sensi. Il senso orario è indicato con cartelli blu mentre quello antiorario è indicato con cartelli marroni.

Da qui si risale nuovamente per scendere ad Arabba e prendere la telecabina Porta Europa. Si scende alla fermata intermedia e si prende la seggiovia biposto che si trova subito fuori dalla stazione. Breve discesa e poi si sale di nuovo sino al passo Padon dove parte una lunga e spettacolare discesa ai piedi della Marmolada che porta fino al paese di Malga Ciapela. A questo punto il giro escluderebbe una discesa dalla Marmolada che tuttavia noi consigliamo nel caso non siate tirati con i tempi. Giunti al parcheggio delle funivie di Malga Ciapela potreste prendere il pullman e andare sino ad Alleghe, la prossima tappa. Se le condizioni della neve sono buone vi consigliamo invece di attraversare tutto il parcheggio e imboccare un itinerario battuto (difficile chiamarla pista) che vi porterà fino ai 1200 metri di Sottoguda. Questa pista si allunga in una stretta gola ricca di bellissime cascate di ghiaccio e rifugi della guerra mondiale. Arrivati a Sottoguda bisogna attraversare il paese a piedi sino alla fermata del bus che vi condurrà sino ad Alleghe. A questo punto avrete percorso la maggior parte delle piste ma siete appena a metà del giro. Un centinaio di metri da percorrere a piedi separano la fermata del bus dalla telecabina che vi porta di nuovo in quota, ai Piani di Pezzè. Due seggiovie quadriposto, separate da una breve pista, vi condurranno sino al Monte Fernazza dove partirà una lunga ed emozionante pista che vi porterà sino a Pescul. Nuovo tratto in pullman fino ai 2000 metri di Fedare dove una vecchia seggiovia vi porterà nel cuore del comprensorio 5 Torri. Da qualche anno si può arrivare grazie ad impianti e piste panoramiche sino al Col Gallina e al Passo Falzarego. Da qui la funivia ci porterà ai 2700 m di Lagazuoi dove ci attende una lunghissima discesa. Talmente lunga che quando saremo stanchi (o meglio quando non sarà più una discesa ma un lungo pianoro) ci saranno slitte e cavalli ad aspettarci per poterci trainare sino ad Armentarola. Da lì breve skilift e poi discesa sino a San Cassiano. La telecabina vi riporterà in quota dove potrete scegliere la via più breve per rientrare ai vostri alberghi.

Per percorrere il giro bisogna ovviamente essere muniti di skipass Dolomiti Superski. Gli skibus sono compresi nello skipass, mentre il servizio di traino tramite cavalli non è incluso. Il giro è molto lungo, anche sensibilmente più lungo della Sellaronda. Consigliamo quindi di non attardarsi uscendo troppo a lungo dal giro. Sotto potete leggere alcuni dati relativi allo skitour Grande Guerra. I dati dopo la / si riferiscono al giro con le varianti consigliate. Nelle aziende di promozione turistica delle località interessate dall'itinerario è in vendita la cartina.

 Distanze Senso Orario Senso Antiorario
     
Lunghezza del giro: 78 /100 km86 / 100 km
Sci ai piedi25 / 41 km33 / 42 km
Lunghezza degli impianti17 / 23 km19 / 25 km
Lunghezza tratte skibus36 km32 km
Tempi di percorrenza  6,30 / 7,30 h7/8 h
     

(inclusa 1 ora per il pranzo)

 

Articoli promozionali

ST. MORITZ - Snowsports Opening 2017

Benvenuti al Snowsports Opening 2017/18. Dopo l’apertura del comprensorio s... CONTINUA
Skipass, il salone della montagna. 27 - 29 ottobre

Per la 24esima edizione di Skipass,Salone del Turismo e degli Sport invernali, s... CONTINUA
Sci – Il mito St. Moritz

La destinazione degli sport invernali dell'Engadina St. Moritz è senza dubbi... CONTINUA

Video

Commenti sulla Pista

Non registrato
10/02/2017 10:25
Sono d'accordo,poi ad un
Sono d'accordo,poi ad un certo punto del giro sul col gallina ci si puo cimentare fra i pali a gratis.
Viga - Piacenza
07/02/2012 12:13
Giro Grande Guerra
Febbraio 2010 - Siamo in 4, tre sciatori e una tavola. E' stata un'esperienza bellissima. Partenza da Malga Ciapela,direzione Alleghe e dormire a 2700 m presso rifugio del Lagazuoi, attraverso la pista dell' Armentarola poi Corvara,Arabba e finire due giorni dopo,dove e' iniziato tutto e stata un' esperienza che auguro a chiunque. Luca da Piacenza
Anonymus
30/01/2011 11:49
bellissimo
L'ho fatto con un gruppo di 10 sciatori, tutti veloci e comunque ci abbiamo messo effettivamente 7/8 ore compreso pranzo, foto nelle ex trincee e grappini vari. Veramente una gran bella gita. Flavio (RM)
Anonymus
14/12/2010 03:02
La migliore partenza per il
La migliore partenza per il Giro Della Grande Guerra (senso antiorario) è, senz'ombra di dubbio, Alleghe. Infatti chi finisce di sciare nel giro a Malga Ciapela o, meglio ancora, a Sottoguda (alla fine della forra dei Serrai), può farlo con un po' più di calma, visto che l'ultimo skibus per Alleghe parte verso le 17.50, il chè permette di fare un riposino in bus finito di sciare.