Sellaronda

Descrizione

Il giro della Sellaronda è senza dubbio l'itinerario sciistico italiano più famoso. Deve il suo successo al fatto di essere il primo nel suo genere collegando ben quattro vallate attraverso altrettanti passi, da cui il nome, spesso usato, del "Giro dei quattro passi". Il suo apprezzamento tra gli sciatori è stato tale da indurre gli operatori turistici delle Dolomiti a creare ulteriori itinerari sciistici, un po' per attrarre turisti in altre zone e un po' per decongestionare il percorso. Le principali località toccate dall'itinerario sono Canazei e la Val di Fassa, la Val Gardena con Santa Cristina e Selva, l'Alta Badia (Corvara, Colfosco..) e Arabba. Sempre con gli sci ai piedi è anche possibile raggiungere anche altre aree più periferiche come Malga Ciapela - Marmolada, Ortisei, La Villa, Pedraces e San Cassiano.

Come dice il nome stesso di Sellaronda le piste si trovano intorno alla catena del Sella formando una specie di cerchio. Proprio come un cerchio è possibile percorrerlo in due direzioni, in senso orario e in senso antiorario. Le indicazioni, molto frequenti e chiare, segnano il senso orario in arancione e quello antiorario in verde. Non si discostano particolarmente per la lunghezza che si aggira intorno ai 40 km, di cui poco più di 25 di piste e i restanti sugli impianti. Si può iniziare da qualsiasi località dell'itinerario sciistico per poi tornare, sempre sci ai piedi, al punto di partenza. Stabiliamo per semplicità di partire da Selva di Val Gardena.

Sellaronda Arancio: da Selva si sale al Passo Gardena grazie alla seggiovia Costabella e alla lunga telecabina Dantercepies. Segue una lunga, tranquilla e panoramica discesa sino a poco prima di Corvara dove la seggiovia Borest ti porta, in discesa, sino in paese. Prendi la telecabina Boè e poi scendi sino al Campolongo su una bella pista rossa. Una seggiovia esaposto ti porterà verso Arabba. Nuova discesa, lunga e affascinante, sino al paese di Arabba dove la nuova seggiovia Arabba Fly permette di attraversare comodamente il paese senza doversi caricare gli sci in spalla. Puoi prendere indifferentemente la telecabina Porta Europa o il Funifor per Porta Vescovo. Gli sciatori hanno a disposizione anche la telecabina a 8 posti Portados: il nuovo impianto non arriva in cima a Porta Vescovo e rende quindi più agevole e veloce l’itinerario, permettendo agli sciatori meno esperti di percorrere il mitico giro dei “quattro passi” senza affrontare il muro in vetta.

Nuova discesa e nuova lunga risalita con le seggiovie  quadriposto coperte Fodom e Lezuo nella zona del Passo Pordoi. Inizia poi una lunga discesa dai 2395 m del Sas Becè sino ai 1715 metri di Pian Frantaces. Un' ultima lunga risalita con la telecabina Pradel - Rodella e con la seggiovia Cavazes - Grohmann" e inizia qui l'ultima discesa, lunga e semplice, sino alla seggiovia Piz Seteur - Sole prima e alla seggiovia Fungeia poi, che hanno la sola funzione di evitare tratti pianeggianti. Eccoti nuovamente a Selva, esattamente da dove eri partito. Sellaronda Verde: il giro è ovviamente l'inverso di quello arancio. Da Selva si sale verso il Passo Sella usando diversi impianti. Si prende prima la telecabina Ciampinoi per poi scendere verso Plan de Gralba. Da qui ricomincia la salita con tre seggiovie. Nell'ordine: Piz Seteur, Città dei Sassi, seguita da una splendida pista pianeggiante tra imponenti roccioni e infine la seggiovia Sasso Levante. Scendi verso sinistra entrando nel comprensorio di Canazei. Una lunga ed emozionante discesa ti porterà sino al rifugio Lupo Bianco da dove comincerà una nuova salita con la telecabina Pian Frataces - Gherdecia e la seggiovia Saas Becè. Dopo aver guardato lo splendido panorama che si offre ai tuoi occhi, scendi verso il versante opposto alla seggiovia. Una lunga discesa, prima ripida, poi dolce ti porta sino al paese di Arabba da attravesare nuovamente a piedi. Due veloci seggiovie, Burz e Le Pale ti porteranno nuovamente a monte e dopo una breve discesa eccoti al Passo Campolongo sulla seggiovia Costoratta. Sei in Alta Badia e una bella discesa nel bosco ti accompagna sino a Corvara. Da qui comincia una lunga risalita con due seggiovie (Borest e Sodlisia) che precede la telecabina con fermata intermedia Plans - Frara e poi le seggiovie Val Setus e Cir. Inizia poi un' entusiasmante discesa sulla pista Cir verso Selva, il tuo punto di arrivo.

Informazioni

Località: Alta Badia
Val Gardena
Val di Fassa
Arabba
Quota di arrivo: 2200 m
Quota di partenza: 1400 m
Lunghezza: 26000 m
Livello: Medie
Innevamento artificiale:

Articoli promozionali

L’inverno che sogni, in una destinazione tutta da scoprire: siete pronti a scalare la Vetta?

Strategicamente posizionato nel centro di San Domenico, nella punta estrema del ... CONTINUA

Video

Cartina

Comments

Commento

Ho fatto il giro recentemente partendo da Malga Ciapela e aggiungendo la Marmolada.
Da punta Rocca si scende per risalire poi a passo Padon e giù di nuovo fino ad Arabba, da cui comincia il giro vero e proprio. I panorami sono stupendi ma bisogna essere veloci per ritornare a Malga Ciapela prima della chiusura degli impianti. Valerio

Aggiungi un commento