Furggen (dismessa)

Come arrivare

La pista era raggiungibile dalla funivia che da Plan Maison (2555 m) saliva in un'unica campata sino ai 3486 del Furggen dopo un viaggio lungo 2887 m. Le cabine portavano 25 persone l'una

Descrizione

Sino al 1993 dal Furggen scendeva una spettacolare pista che prendeva il nome dalla vetta dove arrivava la storica funivia. Lo scenario che si presentava agli occhi dello sciatore che saliva sino ai 3486 m era di quelli da lasciare senza fiato: l'occhio spaziava tra numerose cime che superavano i 4000 metri come il Breithorn, il Liskamm e lo stesso Cervino, davvero vicinissimo. Pochi erano gli sciatori che la percorrevano, un po' per la difficoltà della stessa e un po' per la scarsa portata dell'impianto. I costi di gestione erano comunque alti. Una mattina il ghiaccio accumulato sul cavo della funivia ne determinò la rottura prima della scadenza naturale dell'impianto. La Cervino spa, dopo aver valutato e bocciato alcuni piani per ricostruire l'impianto, decise di abbandonarlo. La stessa triste sorte toccò, ovviamente, anche alla pista. Un lungo e stretto corridoio portava dalla stazione di arrivo della funivia sino all'inizio della pista. Qui dopo una scalinata, si indossavano gli sci e si cominciava a scendere. Il tracciato scendeva verso valle tra splendidi scenari e muri divertenti, lambendo la base del Cervino. Ad un certo punto la pista voltava decisamente verso sinistra e puntava verso le piste più tranquille del Cretaz.

Informazioni

Località: Breuil Cervinia
Quota di partenza: 3486 m
Livello: Difficili
Innevamento artificiale: No

Articoli promozionali

3 Cime/3 Zinnen Dolomiti in inverno - Emozioni indimenticabili

Cinque montagne collegate, ognuna con il proprio carattere unico. I nostri impia... CONTINUA
Nell’abbraccio dell’inverno col “Gallo Rosso”

Sul sito www.gallorosso.it è possibile scegliere gli agriturismi “Gallo Rosso... CONTINUA
SI TORNA IN PISTA A SAN MARTINO DI CASTROZZA

L’inverno in montagna è qualcosa di speciale. Anche nel comprensorio di San M... CONTINUA
Come risparmiare acquistando lo skipass

Quante volte ti è capitato di voler andare a sciare, ma il tuo primo pensiero e... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA
ALPE CIMBRA, un inverno su misura per tutta la famiglia

Tutto è pronto sulla Skiarea Alpe Cimbra, in Trentino, per una lunga stagione d... CONTINUA

Video

Cartina

Comments

Inviato da carlo il 24 Giugno 2020
Comment

era un punto di arrivo di ogni sciatore esperto . neve fresca. pista non battuta. la scalinata per scendere con gli sci in mano. i cavi della funivia che a Plan Maison erano veramente molto bassi. Partivamo da Guastalla (RE) ogni stagione per mettere la ns. bandierina !!!!

In risposta a:

Inviato da Lorenzo il 4 Maggio 2020
Comment

Io penso che qualcuno potrebbe far tornare lo sci di una volta. Magari non in maniera così immediata e semplice, ma penso che si possa fare.

Inviato da FABIO BASILE il 13 Aprile 2020
Comment

Ho percorso la pista una sola volta nel lontano 1988.é stata per me una grande emozione scendere lungo la serie di muri iniziali che lasciavano letteralmente senza fiato:* erano sciate di altri tempi: lo spettacolo é stato peró fantastico.
Fabio Basile Milano

In risposta a:

Inviato da Massimiliano il 3 Agosto 2019
Comment

Ho avuto la possibilità di sciare su questa pista leggendaria. Le vibrazioni le percepivi fin da quando stavi in funivia dalla quale vedevo le funi che scorrevano su dei rulli posti a terra. Il primo tratto era vietato tanto che lo dovevi bypassare attraverso un tunnel nella roccia. Emozioni indimenticabili.

Inviato da Antonio il 7 Marzo 2017
Comment

Mamma mia che bei ricordi...mi ero quasi dimenticato di questa bellissima pista. Credo di essere stato uno degli ultimi a farla a marzo del '93. Sci d'altri tempi, mi ricordo ancora l'emozione della salita su quel vecchio impianto, il tunnel scavato nella roccia, il silenzio ed il panorama spettacolare, oltre alla pista bellissima ed impegnativa, certo non per tutti.Peccato lo abbiano chiuso.

Inviato da lucia durante il 31 Luglio 2016
Comment

Ho avuto la fortuna di fare questa pista svariate volte e chi l'ha fatta non la dimenticherà mai. Tutto era emozione e spettacolo. L'aver fatto questa pista mi é valso questo commento da parte di un collega di mio marito che asseriva che la pista era alla portata anche delle donne (allora veramente poche negli anni 60/70 affrontavano certe discese) "Ma la Lucia non é una donna" Due figli mi hanno confermato che lo ero
Lucia

Inviato da Giuseppe il 29 Aprile 2015
Comment

Ho avuto la fortuna di percorrere questa pista più volte verso la fine degli anni 80. Era veramente spettacolare. Si partiva con un muro impressionante appena dopo l'uscita del tunnel di collegamento con l'arrivo. Poi la pista si snodava, toccando la base del cervino. Un'esperienza magnifica e uno sci d'altri tempi, forse irrimediabilmente perduti.

In risposta a:

Inviato da ambrogio il 13 Gennaio 2015
Comment

ho avuto la soddisfazione di percorrerla più volte nel marzo del '60 in occasione del raduno nazionale dell' ENAL sulla neve; sono sceso sempre dalla cresta, salvo l'ultima discesa, per forza dal tunnel, causa tormenta.

Inviato da Momb il 3 Gennaio 2014
Comment

Ho avuto il piacere di fare il Furggen solo 2 volte in Gennaio, negli anni '70 e il ricordo è super. Si passava anche dalla cresta oltre che dal tunnel !! Peccato, tornerà ?

In risposta a:

Inviato da Anonymous il 7 Marzo 2012
Comment

Peccato davvero, meglio evidentemente creare impianti con contributi statali e piste facili dove la gente, andando forte, grazie anche ai nuovi sci, pensa di saper sciare.

Inviato da Non registrato il 18 Settembre 2011
Comment

peccato che la cervino spa non vuole piu recuperarla.sarebbe una ottima pista e da li si potrebbe andare anche a zermat.

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.