TRENTINO - Comprensori sciistici quasi completamente aperti

07 Dicembre 2017


La stagione dello sci è ufficialmente cominciata. Chi sceglie di partire per una vacanza in Trentino quest’anno trova chilometri di piste innevate pronte per essere solcate con sci e tavole. Alle nevicate naturali, che a fine novembre hanno imbiancato le montagne, si somma la neve programmata dai cannoni che, grazie al freddo intenso di questo rigido autunno, offre piste di qualità perfette per ogni tipo di sciatore. Chi ha voglia di una full immersion nella neve e nello sci può approfittare dell’abbassamento della temperatura e preparare i bagagli per una adrenalinica vacanza in Trentino.

Dal 2 dicembre si scia non solo sulla Ski Area Passo Rolle - che già nei passati weekend aveva visto l’apertura anticipata delle piste Cimon, Ferrari, Castellazzo, Sciovia Rolle e Fiamme Gialle - ma anche a San Martino di Castrozza tanto a Ces quanto all’Alpe Tognola. Aperti anche gli impianti di Colverde che porta allo snowpark dove fare evoluzioni pure in notturna e ai tracciati illuminati per la discesa serale a valle. Buone notizie per chi pratica scialpinismo così come per gli appassionati di racchette da neve che già dai primi di dicembre possono tuffarsi nei panorami innevati dell’Altopiano delle Pale, a quota 2.700 metri.

Ottima la situazione neve anche per chi sceglie come meta di un viaggio in Trentino le località sciistiche che gravitano attorno alle piste di Obereggen, Predazzo e Pampeago che insieme compongono lo Ski Center Latemar. Venti centimetri di neve sono già caduti e le temperature basse permettono l’ottima tenuta dell’innevamento programmato. Quarantotto chilometri di piste di diverse lunghezze e difficoltà sono serviti da impianti moderni, seggiovie triposto e quadriposto, cabinovie e skilift. I fan dello slittino e dello sci notturno, possono lanciarsi sulla pista dell’Obereggen che dal 5 dicembre accende i fari sui 2,5 chilometri di tracciato illuminato a giorno. Chi compra lo skipass plurigiornaliero Fiemme-Obereggen o Dolomiti Super Ski, ha inclusa la possibilità di salire con la cabinovia Ochsenweide, ogni martedì, giovedì e venerdì, dalle 19  alle 22, e può partecipare al test gratuito nella Salomon Station, in programma ogni martedì dalle 19 alle 21.

La stagione sciistica 2017 ha aperto anche in Val di Fassa. Chi va in vacanza in Trentino Alto Adige per stare più a contatto con la natura e meno con la folla, se cerca un albergo nel comprensorio di Fassa ha la garanzia di mettere gli sci ai piedi anche sulle piste da fondo: dai 20 ai 70 centimetri di neve naturale già caduta, a cui si sommano le innevate programmate a copertura completa, permettono l’accesso a molte delle piste della ski area. La val di Fassa è anche una delle porte al giro del Sellaronda che dal 6 dicembre sarà aperto nel senso antiorario e dal 8 in senso orario.

Per una vacanza sugli sci con tutta la famiglia Moena è una destinazione perfetta, gli alberghi sono curati e attenti alle esigenze dei clienti: spesso è possibile anche noleggiare direttamente l’attrezzatura. Gli otto impianti dell’area Moena - Alpe Lusia sono già tutti aperti, garantendo così a sciatori grandi e piccini l’accesso a ben 13 chilometri di piste sui 27 chilometri complessivi; sono sempre 13, sui 16 a disposizione, gli impianti in funzione nella ski area Carezza che offrono così un totale di 30 chilometri di piste sui 42 complessivi, inclusa la pista di rientro.  Quasi identica la situazione nell’area Passo San Pellegrino - Falcade dove sono attivi 12 impianti su 16, con 33 chilometri di piste aperte sui 67 km totali. Da ricordare che è aperto anche il centro sci di fondo Passo San Pellegrino - Alochet con 17 chilometri di tracciato già interamente percorribili.

Come dimenticare poi Madonna di Campiglio, aperta già da metà novembre, che offre oltre 100 km di piste aperte con tutti i collegamenti con Folgarida, Marilleva e Pinzolo aperti?

Sull'Altopiano della Paganella, ad Andalo e Fai della Paganella si scia già da giorni sulla neve naturale che in quota raggiunge i 65 cm. Nella skiarea ci sono 50 km di piste collegati da una capillare rete di impianti di risalita, ben 17.

Dal 7 dicembre apertura totale dell'Alpe Cimbra con l' apertura di quasi tutte le 66 piste, 104 km adatti a tutti i livelli di preparazione che compongono il carosello sciistico della Ski Area Folgaria Lavarone. La neve è farinosa e va da un minimo di 30 cm a un massimo di 60 cm.

Al Monte Bondone l' Alpe di Trento, il manto nevoso è composto perlopiù da neve programmata e pertanto è garantita la sciabilità all’interno della skiarea dove già da martedì 05 dicembre 2017 è aperta la seggiovia 3-Tre ed il collegamento sci ai piedi con Vaneze. Al 7 dicembre i km di piste aperti  sono 10 su 20 con 3 su 4 impianti aperti.

A Lagorai - Passo Brocon troviamo una piccola ma moderna stazione di sci, è adatta alle famiglie, con prezzi di assoluto interesse e da quest'anno interessanti pacchetti famiglia. Da venerdì 8 dicembre gli impianti sono aperti e si scia anche sulle piste Paradiso e Prisco. Sono già funzionanti gli impianti per sciare in notturna il mercoledì ed il venerdì dalla 19.30 alle 22.30 sul campo scuola per i più piccoli oppure sulle piste Piloni e Bosco per i più veloci.

 

di Andrea Greco
07 Dicembre 2017



Articoli promozionali

Pluripremiato comprensorio sciistico Tre Cime/3 Zinnen Dolomiti

Un comprensorio pluripremiato nel cuore delle Dolomiti UNESCO patrimonio dell‘... CONTINUA
Pronti per la settimana bianca? Pila vi aspetta

Al centro della Valle d’Aosta, il meglio dell’alta stagione per gli amanti d... CONTINUA
Febbraio tante giornate di sole e piste al Top!

Dopo Lindsey Vonn e Ted Ligety, che hanno scelto la pista Salizzona per perparar... CONTINUA
Un inverno da favola nei masi dell'Alto Adige

Trascorrere qualche giorno di vacanze invernali in un maso tra le montagne dell ... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento