SAN MARTINO DI CASTROZZA - Ecco il collegamento con il Passo Rolle, costerà 37 milioni

21 Gennaio 2022


Il futuro collegamento tra San Martino di Castrozza e il Passo Rolle è uno dei più attesi dalla comunità degli sciatori. Di questa opera si parla da diversi anni e finalmente i primi passi concreti per la sua realizzazione sono stati fatti. Il risultato sarà quello di unire le due spettacolari ski area trentine garantendo un comprensorio unico che permetterà di valorizzare non solo la ski area di San Martino ma anche, soprattutto, quella super panoramica del Passo Rolle migliorandone e facilitandone la fruizione.

La provincia i Trento ha stanziato 37 milioni di euro per la realizzazione delle cabinovia che supereranno 4,6 km e 500 metri di dislivello collegando le due ski area. Il viaggio durerà 17 minuti con una portata oraria di 1500 persone.

Questa volta, insomma, si fa sul serio e nei giorni scorsi il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha anche illustrato il cronoprogramma che dovrebbe portare ad avere l'opera pronta per dicembre 2025. Sarà così realizzata una linea formata da cabinovie con veicoli a 10 posti divisa in tre tronchi: Bellaria - Pra delle Nasse, Pra delle Nasse - Malga Fosse, Malga Fosse - Passo Rolle.

Cinque le stazioni: a partire da quella di valle a Bellaria, poi le intermedie a Pra delle Nasse, Malga Fosse (interrata), Cimon e Passo Rolle). Contestualmente sarà realizzata la pista Panoramica da Malga Fosse a Pra delle Nasse.

collegamento san martino rolle

Contestualmente saranno realizzate varie opere complementari e viabilistiche:

"Temi centrali per il Primiero - si legge in una nota della Provincia di Trento - sono anche la realizzazione della nuova caserma Ferrari a Passo Rolle, dopo la demolizione dell’ecomostro prevista a partire dall'aprile 2022 (3,3 milioni di euro per la realizzazione della prima unità funzionale), la galleria Pala Rossa (costo complessivo di 25 milioni di euro, di cui 9 milioni finanziati dalla Provincia di Trento), la manutenzione del viadotto dello Schener e le varianti di San Martino (l’ultimazione della stesura del Documento preliminare alla progettazione è atteso per il prossimo mese di febbraio) e Fiera di Primiero".

Il cronoprogramma per il collegamento San Martino - Passo Rolle

  • Entro il 2022: approvazione del progetto esecutivo delle opere complementari, inizio lavori di sistemazione del versante Nasse, inizio lavori del nuovo ponte Rio Fosse.
  • 2023 l’inizio dei lavori delle stazioni Bellaria e Nasse, alla linea e alla pista panoramica. Inizio lavori anche alla stazione Fosse I.
  • Dicembre 2024: entrata in funzione del primo tronco dell'impianto
  • 2025 inzio lavori alla stazione Rolle, demolizione della viabilità esistente, finalizzazione lavori alla stazione Fosse
  • Dicembre 2025 inaugurazione del collegamento San Martino-Passo Rolle.

SEGUICI SU INSTAGRAM

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

di Redazione DoveSciare.it
21 Gennaio 2022

Località di cui si parla nell’articolo:

San Martino di CastrozzaPasso Rolle

Articoli promozionali

3 Cime/3 Zinnen Dolomiti in inverno - Emozioni indimenticabili

Cinque montagne collegate, ognuna con il proprio carattere unico. I nostri impia... CONTINUA
Nell’abbraccio dell’inverno col “Gallo Rosso”

Sul sito www.gallorosso.it è possibile scegliere gli agriturismi “Gallo Rosso... CONTINUA
SI TORNA IN PISTA A SAN MARTINO DI CASTROZZA

L’inverno in montagna è qualcosa di speciale. Anche nel comprensorio di San M... CONTINUA
Come risparmiare acquistando lo skipass

Quante volte ti è capitato di voler andare a sciare, ma il tuo primo pensiero e... CONTINUA
CheckYeti: Trovare la migliore scuola di sci non è mai stato così facile

Le lunghe code davanti all'ufficio della scuola di sci e i corsi di sci al compl... CONTINUA
ALPE CIMBRA, un inverno su misura per tutta la famiglia

Tutto è pronto sulla Skiarea Alpe Cimbra, in Trentino, per una lunga stagione d... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Inviato da Maurizio il 23 Gennaio 2022
Comment

Soldi ben spesi. Come sempre. Una decina di anni fa si parlava del trenino in galleria. Studi di fattibilità, parcelle di ingegneri, ambientalisti. Tutto già dimenticato? Lo stesso copione si annuncia all'orizzonte. E con le stesse scadenze (leggasi il collegamento Cortina 5 torri inaugurato con un anno di ritardo. E per fortuna che c'erano ie competizioni sportive in gioco, altrimenti il ritardo sarebbe stato ulteriore).

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.