SCI e COVID - Incontro Regioni Governo: tutti no, se ne riparla dopo il 15 gennaio

01 Dicembre 2020

© Fotografia - Enrico Romanzi, Cervinia


L'ultimo tentativo delle Regioni per aprire piste e impianti da sci a Natale non è andato a buon fine. Come ci si aspettava il confronto tra le Regioni e il Governo si è chiuso con un nulla di fatto, almeno per chi era appeso a un'ultima speranza di poter far partire la stagione sciistica per le Feste, periodo determinante per l'economia del settore montagna. 

Se ne riparlerà ma nessun allentamento delle misure , che ne caso specifico prevedono impianti sciistici chiusi se non per gli allenamenti degli agonisti, è previsto prima del 15 gennaio. Tutto dipenderà da come andrà la curva nel prossimo mese, insomma, e da come, a livello di contagi, si supereranno le Vacanze di Natale. 

I punti salienti del prossimo Dpcm saranno quindi coprifuoco alle 22, bar e ristoranti chiusi alle 18, impianti sciistici ma anche piscine e palestre chiuse. Sarebbe confermato anche lo stop allo spostamento tra regioni anche se in zona Gialla, fatto che impedirebbe i trasferimenti nelle seconde case se al di fuori della propria regione di residenza. Si va anche nella direzione della chiusura degli hotel per il periodo delle Feste e alla quarantena obbligatoria per chi si reca all'estero.

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

 

di Redazione DoveSciare.it
01 Dicembre 2020

Articoli promozionali

The snow must go on - Skipass torna dal 29 ottobre al 1 novembre

"The snow must go on". Dopo un anno di stop causato dalla pandemia di Covid-1... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Comment

Siamo deii dei caproni a dare potere a questi 4 ignoranti che ci governano e che decidono sulla nostra vita e sulla nostra morte. Sono degli infami e tutto questo piano di distruzione di massa che hanno tirato su è davvero subdolo. La Cina è vicina, ma la Grecia ancor di più. Svegliamoci... #andratuttobenestocazz

Comment

Pagheranno tutto. Miopi incoerenti impreparati rovina della nazione. Ma il tempo è signore. Pagheranno tutto. I loro lauti stipendi non si toccano però. Neanche un briciolo di pietas. E intanto i delinquenti continuano a sbarcare impunemente e senza mascherina. Che vergogna. Non mi sarei mai aspettato di vedere nella mia vita cose simili. E tutta quella banda di cui si circondano? Non ne azzeccano una. Popolo italiano svegliati.

Comment

Cari amici prendetevela con il virus. Non con chi prende ovvie decisioni. Io sono uno sciatore e mi rode non poter andare sulle piste. Ma sarebbe peggio se invece di un impianto di risalita mi toccasse un bel letto di terapia intensiva.. Se invece della maschera da sci dovessi mettermi quella dell'ossigeno. Non vi pare?

Comment

Basterebbero dei controlli come al centro commerciale o in qualsiasi altro posto dove si ritrova la gente... poi sulle piste da sci non ci sarebbe bisogno di distanziamenti perche ci sono sempre stati fra i sciatori...

Comment

Siete soltanto un gruppo di egoisti prepotenti non pensate a niente per nulla al vostro interesse personale qua ripetiamo la tragedia di questi poveri coglioni dei Runner che volevano girare per forza in barba al loguetown sopportato da tutta la popolazione italiana Ma chiedo scusa Alla gente comune quelli in casa quelli che lavorano che cavolo volete che gliene freghi delle vostre schiacciatine e delle vostre frenetiche seratine nipoti da sci non venite a dirmi che l'economia è più importante della Salute Anche perché lo stato è intenzionato a dare dei Ristori a chi tiene chiuso a meno che non pensate di abitare in Svizzera ma sei stato in Italia le regole italiano Vale seguite per tutti

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.